POLITICA

CAPACCIO PAESTUM,SCOPPIA IL CASO PIANO,PORTA IL SIMBOLO DI FORZA ITALIA IN APPOGGIO AL PD ED ESPLODE LA POLEMICA

Il giorno della nomina

Bisogna valutare o meno se la segreteria provinciale di Forza Italia ha approvato l’appoggio pubblico e funzionale del partito di Forza Italia a Capaccio Paestum.Piano capogruppo in consiglio comunale degli azzurri oltre ad aver ripetuto e rimarcato che il simbolo di Forza Italia a Capaccio Paestum lo tiene lui,cosa reale ,ha anche affermato che l’amministrazione a guida Pd e appoggiata da Franco Alfieri capo di Gabinetto di De Luca alla regione  e Luca Cerretani vice presidente della provincia ha operato benissimo nei primi 100 giorni ribadendo l’incondizionato appoggio al sindaco Palumbo chiaramente del partito di Renzi con il quale fa riunioni e partecipa a congressi.la segreteria provinciale di Forza Italia ha dato l’ok a Capaccio Paestum per fare l’accordo con il Pd?E’ a conoscenza di quanto pubblicamente si sta verificando nel comune con il club Forza Silvio chiaramente in  contrasto con Palumbo mentre Forza Italia è parte integrale della maggioranza?La Base è quasi tutta in disaccordo con i vertici del partito locale e tutti sostengono che è legittimo l’appoggio che a livello personale Piano da a Palumbo mentre dovrebbe congelare quanto meno il simbolo o dimettersi.Il caso è scoppiato in queste ultime ore soprattutto nelle concitate fasi dell’approvazione del roasatellum dove i distinguo sono chiari ed evidenti.I berlusconiani hanno detto si alla legge elettorale ma non hanno votato la fiducia.Sul piano prettamente locale Piano deve dire pubblicamente se la segreteria provinciale lo ha autorizzato ad appoggiare il sindaco del Pd o quanto meno il coordinatore provinciale Fasano deve chiarire la posizione di Piano e del partito perchè a Capaccio Paestum Forza Italia in questo modo viene derisa con il club Forza Silvio,a questo punto,in opposizione a Forza Italia. A meno che Palumbo non decida di essere coerente con i suoi salti in banco e dal Pd,abbandona Franco Alfieri, e passa con Forza Italia tornando alle sue origini visto che a livello nazionale il centro destra è nettamente in vantaggio e lui è abituato a cambiare casacca a seconda come va il vento.Il momento però è molto particolare,la regione governata dal Pd con Alfieri nella sala dei bottoni e sopratutto con delega all’agricoltura è un vantaggio per Palumbo il quale mira a portare nel comune i fondi necessari per accontentare un po tutti e questo lo farebbe distogliere da un eventuale passaggio in Forza Italia. Questo lo sapremo con l’evolversi del tempo,in politica niente è scontato.La posizione delicata è quella di Piano ma anche di Fasano i due non possono continuare a far finta di niente anche perchè nel comune c’è chi vorrebbe dare il giusto ruolo al partito quello dell’opposizione anche se va detto che Piano ha annunciato di avere il simbolo molto prima delle elezioni,è risultato il primo eletto quando tutto questo era notorio e forse per questo la segreteria provinciale continua a non intervenire anche se ora i tempi sono maturi per una decisione netta.Piano se vuole continuare a stare in Forza Italia deve lasciare la maggioranza(non sarebbe giusto) oppure rimanere come è normale in amministrazione ma dimettersi da Forza Italia.Nelle more il coordinamento provinciale deve provvedere a nominare un commissario.Questo ormai è diventato un caso politico e potrebbe essere un pericoloso precedente.Un inciucio che non fa bene alla politica e che favorisce la contestazione dei populisti.Il tutto sarebbe normale se solo fosse vero che Berlusconi e Renzi si sarebbero alleati sottobanco e si unirebbero se nessuno arriva al 40%   e a quel punto Palumbo e Piano avrebbero anticipato tutti e trasformato Capaccio Paestum in un laboratorio politico.Sergio Vessicchio

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.