POLITICA

CAPACCIO PAESTUM,S’INFIAMMA LA CAMPAGNA ELETTORALE,FABIO SCARIATI E’ ANDATO IN PROCURA E HA DENUNCIATO ROBERTA MARINO

Per Fabio Scariati candidato capogruppo di Democrazia capaccese lista in appoggio a Franco Afieri la misura è colma.L’ex assessore rompe il muro della sopportazione e va dai carabinieri uscendo con la copia della denuncia a Roberta Marino figlia dell’ex sindaco Pasquale nota come Vanessa Parania per via del suo profilo facebook.Secondo i soliti bene informati sono in tanti che si stanno recando dalle forze dell’ordine per sottoporre i suo scritti su facebook dai quali in molti si sentrebbero offesi.Fabio Scariati ha ufficialmente fatto una denuncia chiedendo di essere tutelato nelle sedi opportune e allegando un dossier bene preciso sul comportamento della imprenditrice.Nel dossier Scariati ha anche citato una serie di testimoni.Secondo il commercialista capaccese erano diventate troppe le offese tando da costringere la moglie ad intervenire.La denuncia di Scariati potrebbe aprire un vero e proprio fronte nella difficile e complessa situazione capaccese dove non solo Roberta Marino ma anche tanti altri intervongono con toni alti.In alcuni gruppi vi sono personaggi che con una serie di comportamenti tentano di alterare la campagna elettorale come due anni fa quando un’aggessione vile e costante prese di mira l’allora sindaco Italo Voza portato allo sfinimento e addirittura alla sconfitta con offese,insulti,frasi indegne contro il medico pestano per la sola colpa di non aver ceduto alle loro richieste.

Proprio quell’atteggiamento ha portato ad un collasso della vita politica capaccese mortificata poi da risvolti ben noti.Prendere di mira un galantuomo come Italo Voza fu il decadimento di tutta la classe politica perchè si fece un tiro a bersaglio contro una persona che non si difendeva perchè è un signore e venne travolto dal tritacarne mediatico di cui poi è rimasto vittima lui e successivamente Capaccio Paestum perchè in poco tempo si arrivò ad ua crisi irreversibile della politica da sfociare nelle dimissioni dei consiglieri e nel commissarimanto dell’ente.Questa situazione è sulla coscienze dei cosidetti leoni da tastiera i veri distruttori della politica capaccese.Fabio Scariati ha rotto il fronte ed è andato in procura,ha denunciato,si è ribellato al sistema per lui e per gli altri ma anche perchè è consapevole che la distruzione della politica locale parte proprio dai social,altri lo stanno facendo.Fabio Scariati non ha retto a queste pressioni e ha scacciato l’omertà,si è deciso di far intervenire la magistratura che dovrebbe verificare non solo i profili singoli ma anche i gruppi sui quali si celano individui pronti a offendere chiunque.Molte volte non sono solo le offese a orientare ma sono gli atteggiamenti i comportamenti.

La Marino ad esempio ha sempre preso di mira Enzo Sica, al quale va la nostra solidarietà, appellandolo in tanti modi ora solo perchè Enzo parla con il padre politicamente ha smesso di attaccarlo.Questo atteggiamento adottato costantemente è l’esempio concreto di quale sia il modus operandi e il perchè Fabio ha portato il dossier in caserma.Si commette un errore se si limita a Roberta Marino l’individuazione del problema.Invece è più complesso,più incisivo e non va sottovalutato.Sergio Vessicchio

WWW.CANALECINQUETV.IT

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.