POLITICA

ELEZIONI 2018: ANTONIO VORIA, IL COMMERCIALISTA DI BATTIPAGLIA, CANDIDATO COL POPOLO DELLA FAMIGLIA

Battipaglia C’è. E il  nome è altisonante. E ‘ Quello di Antonio Voria, commercialista, candidato alla Camera dei Deputati alle politiche del prossimo 4 marzo nella lista del Popolo della Famiglia. E’ di Battipaglia ed è candidato al collegio uninominale della lista di ispirazione cristiana, il cui premier risponde al nome di Mario Adinolfi. Una chance importante per la città di Battipaglia, che candida un suo figlio, il quale attraverso il mondo del lavoro, ha già dato soddisfazioni notevoli col suo impegno sociale e morale, che lo ha visto sempre in prima linea. Antonio Voria, 50 anni, insegna matematica applicata presso le scuole medie superiori; è sposato ed ha due figli. La sua curricula, è ulteriormente gratificata allorquando dal 1995 al 1998 è ufficiale dell’esercito presso il Rgt. Piemonte Cavalleria, nel reparto operativo, col quale ha preso parte ad una delle più importanti operazioni antimafia (Vespri Siciliani) a Palermo, nonché alla lotta alla criminalità organizzata. E’ un esperto in finanza agevolata per le imprese ed è mediatore civile e formatore per gli stessi mediatori. Nei fatti concreti, il Dottor Antonio Voria, è autore di guide pratiche e operative proprio del settore. E’ uno dei massimi esperti nel settore della consulenza e della gestione fiscale/contabile/civilistica. Riveste la carica di CTU (consulente tecnico di ufficio) presso il tribunale di Salerno. E’ anche coadiuvatore di amministratori giudiziari per le imprese sequestrate alla criminalità organizzata. Componente fino al 2014, del consiglio nazionale dell’ordine dei commercialisti. Il suo nome, per la candidatura alle politiche, è stato voluto dai vertici nazionali del movimento. Il popolo della Famiglia ne ha voluto la sua presenza nel collegio uninominale proprio di Battipaglia. Un figlio di questa terra che onora, come altri, il nome di questa città. Un nome qualificato e professionale, sulle cui doti umane, vi si cala la certezza assoluta. Molto vicino alla dottrina della chiesa, è in prima linea a difendere i diritti della famiglia, nel preservarne la continuità,  abolendo il criterio dell’utero in affitto e soprattutto abolendo ogni iniziativa su ciò che riguarda i matrimoni gay, e le adozioni a genitori dello stesso sesso. L’ottima predisposizione  di Antonio Voria, lo pone all’attenzione dell’elettorato, certo che la sua città, Battipaglia, e soprattutto l’intero collegio, il giorno 4 Marzo saprà indicare un cittadino del proprio territorio, sempre attento alle sue vicissitudini e soprattutto non lontano dalle problematiche sociali che lo attraversano. Le elezioni politiche, quindi, hanno un nome in più sul quale poter contare. E Battipaglia si onora con la candidatura di Antonio Voria, figlio di questa città, che non certo è alla ricerca di personaggi estranei ed avulsi al territorio, che come negli anni passati, hanno ottenuto lo scranno in parlamento ed abbandonato immediatamente quel territorio che mai gli era appartenuto. Aspetti che anche in questa competizione reiterano l’orrore e l’errore; il Popolo della famiglia con la presenza di un figlio battipagliese, quale Antonio Voria, dissiperà ogni dubbio sulla questione.Giovanni Coscia