POLITICA

ELEZIONI A SCAFATI,L’ANTIMAFIA CONTROLLA LE LISTE

SCAFATI – Esiste un “caso Scafati” ed è al vaglio della Procura Antimafia di Salerno. I magistrati della Dda sabato, un’ora dopo il deposito delle 22 liste dei nove candidati a sindaco nella città dell’Agro, hanno chiesto formalmente alla Prefettura di Salerno la trasmissione degli atti elettorali sulla tornata che chiuderà i 30 mesi di commissariamento per infiltrazioni camorristiche. Il focus. Da destra a sinistra e fino alle liste civiche: l’attenzione dell’Antimafia è totale sui nomi dei 511 candidati al consiglio comunale scafatese che supportano i nove aspiranti sindaci. Il primo “screening” si sta basando sul decreto di scioglimento firmato dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, su richiesta del ministero dell’Interno. Relazioni, parentele, ruoli avuti nella passata amministrazione comunale e nuovo percorso politico: nulla viene lasciato al caso prima che la commissione parlamentare Antimafia bolli come impresentabili alcuni candidati, sindaci compresi.

sergio
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.