POLITICA

GOVERNO,VIA LIBERA A DE LUCA PER 10.000 POSTI DI LAVORO

Il bando del corso-concorso, relativo al Piano del Lavoro della Regione Campania, che prevede l’assunzione di 10mila persone nella pubblica amministrazione, sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il prossimi aprile. E, entro maggio, saranno definiti luogo e data delle prove di selezione, che saranno gestite dal Formez.

Il cronoprogramma del “concorsone” è stato definito, ieri mattina, nel corso dell’incontro tra il ministro per la Pubblica Amministrazione Giulia Bongiorno e il presidente della Regione Campania(FOTO), Vincenzo De Luca. E s’intravede, dunque, la partenza di un’esperienza-modello che potrebbe diventare apripista anche sul piano nazionale. L’obiettivo è di assumere 40mila giovani nella Pubblica amministrazione nei prossimi anni. Un progetto ambizioso, quello proposto da De Luca, che è diventato un vero e proprio cavallo di battaglia del governo Regionale. Perché il governatore ha sbandierato la sua idea ovunque: nessuna assunzione a pioggia, secondo una logica politica da prima Repubblica, ma una selezione pubblica per evitare «porcherie clientelari», come ha più volte sottolineato.

De Luca, 3 anni fa, aveva già proposto l’assunzione per 200mila giovani meridionali per favorire il ricambio generazionale nella Pubblica amministrazione. L’idea, tuttavia, fu bocciata da governo Renzi. Stavolta si è deciso di andare avanti indipendentemente dalla decisioni di Roma, sfruttando il Fondo sociale europeo ed il Fondo per lo sviluppo e la coesione (per un importo complessivo di spesa di 106 milioni di euro). I criteri di selezione. Le posizioni messe a bando rientreranno nelle area D e C della Pubblica amministrazione, riservate a diplomati e laureati, che saranno selezionati a copertura dei posti già vacanti e di quelli che si libereranno a seguito dei pensionamenti previsti nel prossimo triennio. Il fabbisogno di organico è stato rilevato tra i 273 enti che hanno risposto aderito al progetto: 263 Comuni (su 550), 5 Comunità montane, 2 Corti d’Appello, la Provincia di Benevento, il Consorzio Asi di Salerno e l’Agenzia regionale per il Turismo. Utilizzando i risultati della ricognizione dei fabbisogni sarà possibile quantificare il numero dei posti da mettere a bando per i singoli profili concorsuali.Gaetano de Stefano


WWW.CANALECINQUETV.IT

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.