EDITORIALE POLITICA

GRILLINI MAI PIÙ QUESTA VERGOGNA di Maurizio Longhi

Questa è una delle peggiori scene del 2018 politico, direi la più imbarazzante, ritrae uno dei due vice-premier e diversi ministri del governo mentre esultano dal balcone di un palazzo istituzionale come se fosse la sede di un partito. Esultano come se l’Italia avesse vinto i Mondiali, la scena mi ha ricordato un’altra esultanza, quella della notte del 4 marzo scorso, quando i candidati delle file pentastellate esultarono dopo le prime proiezioni. In pratica, questi esultano sempre, ma governano male, malissimo.
Non è un caso che i sondaggi vedano la Lega in ascesa e i Cinque Stelle a picco, come se l’esecutivo fosse molto più verde che giallo, e non è detto che sia un bene. Avevo accolto favorevolmente la formazione di questa maggioranza per un duplice motivo: non avrebbe più governato il Pd e si scongiuravano nuove elezioni, con il rischio che poco sarebbe cambiato alla luce della legge elettorale vigente.
Adesso, invece, dico che questo governo non mi sta piacendo, si divide su tantissime questioni e, quando qualcuno glielo fa notare, la risposta è un disco rotto: “Ci atteniamo al contratto”. La manovra di bilancio è stata sottoposta ad una infinità di revisioni, alla fine l’ha spuntata quella Unione Europea tanto osteggiata dal governo. Anche in questo caso, la risposta è standard: “Non ci attacchiamo ai decimali”.
A proposito, perché si esultava dal balcone? Perché, secondo loro, sarebbe stata abolita la povertà grazie al reddito di cittadinanza, la manna dal cielo, sempre secondo loro. Il rischio, sempre più concreto, è che chi ha veramente bisogno di un sussidio per campare, non lo vedrà manco col binocolo.
Spero di ricredermi quanto prima e di lodare qualche azione del governo tesa a migliorare la qualità della vita degli italiani, chiedo questo al 2019 e, se è possibile, di non assistere più a scene simili.Maurizio Longhi

sergio
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.