POLITICA

IL CENTRODESTRA INSIEME NEL SALERNITANO MA A CAPACCIO E’ TROPPO TARDI.FASOLINO AVEVA VISTO BENE

Il documento congiunto del centrodestra salernitano spiazza di fatto le manovre nei comuni superiori ai 15.000 abitanti.E’ stato licenziato ieri.

IL COMUNICATO

«Nonostante le competizioni amministrative siano un terreno difficile per trovare intese tra partiti perché spesso prevalgono anche spinte civiche e questioni locali – dichiarano Enzo Fasano (Forza Italia), Mariano Falcone (Lega per Salvini) e Imma Vietri (Fratelli d’Italia) in una nota congiunta – i responsabili provinciali di ciascun partito porteranno ai rispettivi esecutivi una proposta che fa intravedere su sei comuni al di sopra dei 15.000 abitanti la possibilità di andare insieme in maniera completa in almeno due o tre comuni e nei rimanenti certamente la possibilità di convergere nei ballottaggi, semmai in queste ore non si dovessero chiudere accordi unitari».

SITUAZIONE CAPACCIO PAESTUM

Il senatore Fasolino

Il senatore Fasolino aveva visto bene circa un anno fa quando all’Agripaestum in una convetion di Forza Italia indicò Enzo Sica quale candidato del centrodestra a Capaccio Paestum avendo subdorato l’implosione dell’amministrazione poi fatta a pezzi.Lo stesso segretario cittadino di Forza Italia Fabio Scariati aveva sollecitato questa soluzione portata avanti fino a pochi giorni fa,prima della candidatura di Italo Voza.Enzo Sica in un’intervistà a Stile Tv smentì categoricamente di essere il candidato di Forza Italia e del centrodestra aprendo di fatto le elezioni al civicismo e costringendo Italo Voza a candidarsi dopo le pressioni di mezza Capaccio Paestum.Se il progetto di Fasolino fosse andato in porto oggi il centrodestra avrebbe un progetto politico in mano anche a Capaccio Paestum e per Enzo Sica sarebbe stato un gioco da ragazzi vincere le elezioni senza Italo Voza e contro un centro sinistra inesistente mentre ora è difficile metterlo insieme perchè i tantissimi esponenti e simpatizzanti del centrodestra già hanno scelto altri candidati a sindaco.Questo a dimostrazione del fatto che Fasolino aveva studiato la situazione anticipando tutti in special modo i vertici provinciali i quali dopo questo patto in ritardo hanno scelleratamente fatto perdere la possibilità al centrodestra di presentarsi unito non solo a Capaccio Paestum ma in tutti i comuni superiori ai 15.000 abitanti.Sergio Vessicchio

WWW.CANALECINQUETV.IT

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.