POLITICA

NAPOLI,GRANDE ACCOGLIENZA PER IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

C’ERA ANCHE IL PRESIDENTE DELLA CAMERA FICO

Visita a sorpresa del presidente Mattarella nel Rione Villa di San Giovanni a Teduccio. Il capo dello Stato ha accolto l’appello del quartiere della periferia est che chiedeva un segno della presenza dello Stato  dopo un omicidio consumato a pochi metri da una scuola, davanti a un bambino di tre anni. “Tutte le città hanno problemi. Ma un omicidio davanti a un bambino è un’atrocità” aveva detto Mattarella durante il discorso al rione Sanità.
 Il presidente poco prima delle 18 si è recato nella chiesa di di San Giuseppe e Lourdes guidata da don Modesto Bravaccino, il parroco che per primo aveva denunciato le stese di camorra nel rione con la dirigente scolastica della Vittorino da Feltre, Valeria Pirone. Pirone ha sostenuto più volte l’assenza dello Stato al Rione Villa e chiesto l’invio dell’Esercito.

A poca distanza dalla parrocchia, precisamente all’incrocio tra via Sorrento e via Ravello, lo scorso 9 aprile è avvenuto l’agguato nel quale è stato ucciso il 57enne Luigi Mignano davanti agli occhi del nipotino di 3 anni, e ferito il figlio di Luigi, Pasquale, 32 anni. A chiedere aiuto allo Stato anche le associazioni molto impegnate sul territorio come Napoli Zeta (Deborah Divertito e Roberto Malfatti) che con chiesa e scuola organizzò un anno fa la manifestazione “Io non ci sto” contro le stese nel Rione Villa.

sergio
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.