alfieri
POLITICA

IL PD ALLE PRESE CON LE CANDIDATURE NEL SALERNITANO,C’E’ DA RISOLVERE IL CASO ALFIERI

Gestire la sconfitta e puntare alle candidature.Ormai il pd deve solo gestire la sconfitta.Il Partito democratico salernitano prova a definire la sua squadra. Il nodo da sciogliere resta quello relativo all’ex sindaco di Agropoli, Franco Alfieri. Determinato a candidarsi, pare però che da Roma il partito freni. La preoccupazione è quella di finire nuovamente nel tritacarne delle critiche. Che potrebbe costargli molto in termini elettorali, soprattutto in aggiunta a quelle che il Pd di Renzi ha messo in conto per la scelta di non mollare la Boschi. Che anzi candiderà in Campania. Ma i democrat, soprattutto quelli salernitani, sanno anche bene che lasciare fermo uno come Alfieri, significa avere una emorragia di voti (tra l’altro già paventata dall’ex sindaco: “o mi candidano o non faccio votare Pd” è stata la sua minaccia). E con questo sistema elettorale e con i venti freddi che soffiano in casa dem, non sembrerebbe una buona idea. Al momento, oltre agli uscenti (eccetto l’ebolitano Antonio Cuomo pronto a fare un passo indietro), certe sembrano essere le candidature dell’avvocato Piero De Luca e dell’ex numero uno di Confindustria Salerno, Mauro Maccauro. I Socialisti, in campo nel raggruppamento “Insieme”, potranno puntare sul nome del consigliere regionale Enzo Maraio. Nello stesso raggruppamento ma sotto l’ala protettiva di Area progressista, la ricandidatura di Michele Ragosta.

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.