alfieri
POLITICA

REGIONE PRONTO IL REIMPASTO IN GIUNTA,PROBABILE ASSESSORE FRANCO ALFIERI

La partita per le regionali 2019 è già cominciata,ma anche quella relativa alle primarie del PD.I napoletani lamentano una scarsa rappresentanza in giunta e De Luca deve accontentarli,il governatore ha in mente di rimettere in gioco Alfieri il quale fece un passo indietro 3 anni fa ed è stato sacrificato dal partito in questo tsunami elettorale dal quale l’ex sindaco di Agropoli non si è sottratto.La segretaria regionale del partito Assunta Tartaglione si è dimessa  dopo la mazzata alle elezioni  ed è per questo motivo che ora vanno valutati i territori e i singoli consiglieri.Lasciare fuori Alfieri in questo momento vuol dire dare il Cilento in mano a Casciello,Ferraioli e Castiello i tre eletti di Forza Italia e Movimento 5 stelle per cui De Luca avrebbe già chiamato l’ex sindaco di Agropoli per prospettargli tale evenienza.Franco Alfieri sta valutando ancora il risultato che lo ha visto perdere in modo netto e come nessuno si sarebbe aspettato,ha subito la prima sconfitta della sua carriera e ora vaglia  la proposta del governatore.Ritornare protagonista alla regione  dove,sotto sotto,Alfieri sarebbe voluto stare,solletica il suo appetito. Per Alfieri la valutazione deve essere meditata e piena di confronti.L’impressione è che in questo momento Alfieri serve al partito e al territorio come il pane.Ha pagato l’ondata grillina ma si tratta pur sempre di un fuoriclasse della politica capace di aggregare e in questo momento di particolare contingenza negativa può mantenere   elettorato e amministratori fermi nel Pd o nell’area di riferimento.Intanto Sabrina Capozzolo deputata uscente del Pd  fa la sua analisi del voto: “Sono solita non avventarmi in commenti a caldo o dettati dall’istinto e ritengo che le analisi vadano fatte a mente fredda, con razionalità.Abbiamo perso. Inutile girarci intorno e inutile cercare scuse e giustificazioni. Sono rammaricata, ma non si può continuare a dire “abbiamo non vinto”. Guardiamo in faccia la realtà: non siamo stati in grado di raccontare alle persone ciò che di buono abbiamo fatto in questi cinque anni e abbiamo perso il contatto con il nostro popolo.Se davvero si vuole ripartire il #Pd dovrà stare all’opposizione. È il popolo che ce l’ha chiesto. Nessun governo con le forze politiche che ci hanno solo insultato. Se davvero si vuole ripartire il Pd lo deve fare dalla base: è necessario ascoltare i territori”. Sergio Vessicchio

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.