POLITICA

TUTTI I VOTI DEI CANDIDATI IN PROVINCIA DI SALERNO DI SALERNO

Il Movimento Cinque Stelle si conferma primo partito in Campania con il 33,86%, ma anche in Campania sfonda la Lega che arriva al 19,20%.

I dati degli scrutini in Campania segnano un’enorme crescita del partito di Salvini che un anno fa, nel collegio Campania 1, si era fermato al 2,89%. Netto il, calo del M5S, che alle politiche 2018 aveva toccato il 54,13%, mentre rimonta il Pd che passa dal 12% del 2018 al 19%, ma anche in Campania è dietro la Lega, seppur di poco.

Sensibile calo anche per Forza Italia, che si attesta al 13,65%, mentre Fratelli d’Italia porta a casa il 5,82%.

Bassa l’affluenza in Campania, dove è andato alle urne il 47,62% degli elettori.

Nella città di Napoli, la Lega di Salvini raccoglie il 12,36% dei voti ed è il terzo partito dietro il Movimento Cinque Stelle, al 39,86% (che in città conferma il suo primato con oltre 400 mila preferenze) e al Pd, che chiude al 23,29%, andando oltre le 200 mila. Lega e Forza Italia divise da poche migliaia di voti. A Salerno città Lega terzo partito con il 19,07% dietro a Movimento 5 Stelle 23,48% e Pd 27,35%

Matteo Salvini è stato il candidato più votato in provincia di Salerno. Il suo nome infatti è stato scritto da oltre 29mila elettori, portando il vicepremier al primo posto. Molto dietro il futuro eurodeputato in quota Partito democratico Franco Roberti, che è stato scelto da 23mila votanti.

Ha retto sostanzialmente il tandem con la candidata Anna Petrone, che però si è fermata a 18mila preferenze. Tremila in più di Silvio Berlusconi, più votato in Forza Italia e quarto in assoluto a livello provinciale con circa 15mila voti. Più staccato Antonio Ilardi, uno dei volti nuovi del partito degli azzurri, che si è fermato a 3.226 voti.

La Lega salernitana ha sostenuto in massa anche Lucia Vuolo. L’ex rettore dell’Università Aurelio Tommasetti si ferma ad un passo dalle 10mila preferenza.

Nei 5 Stelle testa a testa tra Vito Avallone ed Enrico Farina, con il primo più votato per appena 10 preferenze su oltre 10mila 500, mentre l’uscente Isabella Adinolfi si è fermata a un soffio dalle 9mila.

Numeri importanti anche per Fratelli d’Italia, dove svettano le preferenze per la leader nazionale Giorgia Meloni (12.847) e Carmela Rescigno (11.997), che si è posizionata davanti al battipagliese Ugo Tozzi (9.430).

Niente da fare invece per +Europa: l’ex rettore Raimondo Pasquino si è fermato a 4.668 voti, una ventina in meno della più votata che è statata Simona Russo, e subito prima della candidata Alessandra Senatore, che è stata sostenuta da 2.110 persone.

I VOTI SU BASE PROVINCIALE

LEGA – SALVINI

MOVIMENTO 5 STELLE

PARTITO DEMOCRATICO

FORZA ITALIA

FRATELLI D’ITALIA

sergio
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.