lotito
SPORT

SALERNITANA, LOTITO ATTACCA SCATENA UN PUTIFERIO E POI RITRATTA

Il presidente della Salernitana Claudio Lotito si sfoga con il quotidiano “La Città” annunciando addirittura di lasciare la società granata dato lo scarso interesse dei tifosi verso la squadra e soprattutto per le critiche di molti. Dopo aver innescato un vero e proprio putiferio, il numero uno granata ritratta dichiarando di essere stato duro con parte della tifoseria e della stampa che non presenzia allo stadio e si permette di criticare aspramente il lavoro della società. Questo il chiarimento di Claudio Lotito inerente a tale vicenda:

“Nel rispondere alle domande del giornalista, il mio pensiero rivolto alla tifoseria non riguardava certamente coloro i quali sono sempre presenti sia in casa che in trasferta e che rappresentano il punto di riferimento per la Società; a loro va il nostro ringraziamento in quanto con passione, attaccamento e sacrificio non fanno mai mancare il loro sostegno anche quando le cose non girano per il verso giusto.

Il mio pensiero era rivolto piuttosto a coloro i quali non sono mai presenti allo Stadio e che parlano dal salotto di casa o da alcuni pulpiti di informazione denigrando con metodo e con accenti che molto spesso appaiono scientificamente strumentali, l’operato di una Società che sotto la gestione mia e di mia cognato non ha mai fatto mancare l’apporto economico e di massima attenzione a tutte le problematiche.

Nel corso dell’intervista ho ricordato che abbiamo rilevato la Società dall’Eccellenza e che con enormi sacrifici da parte di tutti, e quindi anche dei tifosi sempre presenti, abbiamo risollevato le sorti della Salernitana e questo non può che essere motivo d’orgoglio per tutte le componenti, non ultima lo zoccolo duro dei tifosi granata.

In merito all’allenatore ho semplicemente detto che Colantuono, un tecnico da un passato importante con un curriculum che parla chiaro, ha bisogno di tutto il tempo necessario per mettere in pratica il suo credo calcistico e che è altrettanto vero che la squadra pur giocando bene non raccoglie quanto dovrebbe.

Infine, sulla cessione della Società, a domanda precisa ho fatto notare che al momento non mi sembra ci siano imprenditori seri, affidabili e con adeguate disponibilità a rilevare la Società. Per il bene dei colori granata ritengo quindi sia inutile dedicare tempo ed energie a sterili polemiche ma piuttosto confermare maggiore vicinanza alla squadra”. Severino Dolce

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.