arbitri
SPORT

NELLA SEZIONE ARBITRI DI SALERNO E’ RIVOLTA DOPO I FATTI DI AGROPOLI,ESISTE UNA QUESTIONE STRIAMO

Striamo a centrocampo domenica scorsa ad Agropoli

Striamo è l’arbitro di Agropoli-Virtus Avellino. Un giovane incapace,senza le basi e da tempo pomo della discordia all’interno della sezione.

Più di un arbitro ha da tempo lamentato il trattamento di favore che c’è intorno a questo arbitro arrivato troppo presto in eccellenza e secondo molti amico di un parente del presidente della sezione  Roberto Ronga (foto in alto).

In tanti non si  spiegano il perchè di un repentino salto delle categorie lui che è scadente,lento, troppo poco preparato.

La cosa comincia a puzzare già da qualche anno.Alcuni arbitri della sezione di Salerno lamentano che da quando Ronga è presidente,circa due anni,Stefano Striamo ha bruciato le tappe.Non a caso domenica scorsa ad Agropoli c’erano una decina di tesserati della sezione di Salerno per lo più dirigenti e a turno andavano a sedersi vicino  all’organo tecnico presente,Vittorio De Simone, per parlare di cosa lo si può solo immaginare.

Piano piano i rivoltosi all’interno della sezione cominciano ad uscire fuori perchè non sopportano i due pesi e le due misure che si stanno registrando con Striamo.

Su facebook,attraverso messaggi telefonici e altri social c’è un totale dissenso intorno all’operato del presidente e del gruppo di lavoro che è intorno a lui.Il modo di arbitrare di Striamo domenica scorsa ad Agropoli,ma anche in coppa Italia sempre ad Agropoli, lascia perplessi.

O è scarso o in malafede.Noi propendiamo per la prima ipotesi e quindi hanno ragione gli arbitri che si lamentano.

Ronga il presidente dovrebbe chiarire il perchè di tanto favoritismo a Striamo ma non lo farà mai.

E’ una questione di coscienza,l’organo tecnico presente ha visto e lo ha bocciato adesso cambieranno il referto del commissario organo tecnico?

Questo arbitro calcisticamente è un pericolo per i campi di calcio.Se lo fanno ancora uscire vuol dire che c’è il trucco.

Sergio Vessicchio