SPORT

AGROPOLI PAREGGIO IN COPPA ITALIA E PASSAGGIO DEL TURNO ORA C’È LA PALMESE

Finisce 1-1 la partita di ritorno tra Agropoli e Costa D’Amalfi. All’andata era finita 4-1.I delfini in vantaggio con D’Attilio sono stati raggiunti su rigore.Ora dovranno affrontare la Palmese.

Al ”San Martino” di Maiori, Costa D’Amalfi ed Agropoli si giocavano oggi la qualificazione ai quarti di Coppa Italia. I delfini, forti del 4-1 rimediato all’andata, ma privi di Jordi Pascual causa infortunio al ginocchio, nonchè dei lungodegenti Delli Santi e Nicola Russo, lasciavano a riposo Natiello, non convocato dal tecnico Gianluca Esposito. In campo dal primo minuto il secondo portiere Graziano, mentre davanti veniva schierato il tridente Capozzoli-D’Attilio-Limatola. La squadra di Ferullo (lo scorso anno il vice di Massimiliano Olivieri all’Agropoli), viceversa, non convocava Mascolo, Lettieri e Palumbo. Spazio dal primo minuto per Ronga (autore di un gol all’andata) e per l’ex di turno Apicella, mentre Cinque occupava il posto tra i pali.In campo ben sei under. Non convocati Marino,Lettieri, Mascolo e Palumbo. L’arbitro del match era il signor Decimo di Napoli, gli assistenti Annalisa Moccia e Caliendo di Nola. Dopo i primi 20′ di studio, in cui i delfini, quest’oggi in maglia grigia, però si mostravano più pronti dal punto di vista atletico, l’Agropoli passava in vantaggio con D’Attilio, abile a sfruttare una discesa sulla sinistra di Pappalardo. Il colpo di testa dell’ex Avellino si insaccava imparabilmente alle spalle di Cinque. La replica dei padroni di casa era affidata all’ex Apicella, ma questi non riusciva a sorprendere Graziano, calciando sull’esterno della rete. Attorno alla mezz’ora altre due occasioni per la formazione di Esposito: la prima sui piedi di Capozzoli. L’esterno di Aquara scappava via sulla sinistra e rientrando sul suo piede preferito, scaricava un fendente sul quale era bravissimo Cinque ad opporsi. Sul finire della prima frazione, altra chance per l’Agropoli: dopo una nuova discesa di Pappalardo, bello scambio Selvaggio-Masocco-Selvaggio, il tiro di quest’ultimo finiva alla sinistra dell’estremo difensore del Costa D’Amalfi, fuori di pochissimo. Il tempo si concludeva dunque sull’1-0 per la formazione di Esposito: una prima frazione letteralmente dominata dall’Agropoli contro avversari quasi mai insidiosi dalle parti di Graziano e con alte percentuali per ciò che concerne il possesso di palla. L’inizio ripresa invece, vedeva la formazione di casa maggiormente insidiosa, ed al 50′ Ronga, colui che aveva segnato anche all’andata, beffava Graziano, dopo un’azione di rimessa ottimamente orchestrata da Senatore. Il suo assist metteva fuori gioco la difesa delfina e per la punta di Ferullo era un gioco da ragazzi realizzare il gol del pari. Successivamente solita girandola di cambi, ma la gara non subiva ulteriori sussulti, ad eccetto di una conclusione dal limte del capitano Cestaro per i padroni di casa, su cui il portiere agropolese Graziano era strepitoso a dire di no. Espulso nel finale Masocco per delle scaramucce con Cantilena. I delfini accedevano quindi senza patemi ai quarti di finale, dove affronteranno la Palmese di Enzo Criscuolo.

Costa D’Amalfi – Agropoli 1-1 (22’D’Attilio, 51’Ronga)

Costa D’Amalfi: Cinque, Di Landro, War (46’Cestaro), Vissicchio, Cantilena, Vigorito (46’D’Amora), Lambiase (73’Bovino), Senatore (62’Tasca), Ronga, Apicella, Catalano.

All. Ferullo (a disp. Lembo, Oliva, Reale, Amato, Bellezza)

AGROPOLI

Graziano, Petriccione, Pappalardo, Russo, Masocco, Maggio (46′ Di Filippo), Tafuri, Selvaggio, D’Attilio (74’Giura), Capozzoli(55’Doto) , Limatola (79’Luise).

All. Esposito (a disp. Capone, Garofalo, Di Lascio, Santonicola)

ammoniti Vissicchio (C). Espulsi: Masocco (A)

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.