striamo
SPORT

IN CAMPANIA E’ CAOS E DESIGNANO NUOVAMENTE STRIAMO PER L’AGROPOLI,DOVREBBERO ANDARE TUTTI A CASA GAGLIANO HA RAGIONE!

Gagliano presidente federale regionale ha proprio ragione,c’è un caos istituzionale nella FIGC Campania a tutti i livelli che fa scombinare il sistema e lo rende poco credibile agli occhi della collettività e della gente.Capita così che la sezione arbitri di Salerno,quella più contestata,quella nella quale c’è più marcio al suo interno,in questa situazione ci sguazzi e con la sezione anche il Comitato Arbitri regionale che fa acqua da tutti i pori.Con tutti i danni fatti dalla sezione di Salerno all’Agropoli lo scorso anno tanto da fargli perdere un campionato (il gol di Limatola in Virtus Avellino-Sorrento era valido ad un minuto dalla fine e l’Agropoli avrebbe vinto il campionato) e un assistente tal Conforti in maniera scientifica con evidente malafede ha alzato la bandierina,ora con l’Agropoli impegnato ancora nel campionato che non gli compete,alla seconda trasferta gli mandano niente poco di meno che un arbitro contestato,ancora immaturo e che l’anno scorso non si sa perché ha manipolato o per scadente propensione tecnica fatto all’Agropoli danni inenarrabili.Tal Striamo.Detto questo i delfini si trovano nuovamente a fronteggiare una sezione arbitri come quella di Salerno nella quale vi sono,e non si capisce il motivo,elementi che fanno discutere.Già il nostro Direttore Sergio Vessicchio lo scorso anno ha denunciato questi fatti, ma all’inizio della stagione corrente si perpetuano con cadenza automatica e chissà perché tutti proprio tutti non credono alla buonafede.Tutt’altro.Il vuoto istituzionale ha con uno dei migliori personaggi federali mai passati per lo stesso comitato e cioè Salvatore Gagliano messo in discussione chissà per quale tornaconto personale,la dice lunga sullo stato attuale del calcio campano.Siamo dunque alle solite,la sezione di Salerno sale alla ribalta delle cronache non per la bravura dei suoi arbitri come in passato ma per la scadente levatura tecnica della maggior parte dei propri tesserati.Ormai si è persa la speranza di poter vedere un campionato regolare.Antonio Lucibello

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.