SPORT

IN COPPA ITALIA IL SANTA MARIA CEDE A CERVINARA 3-0

Audax Cervinara 3-0 Polisportiva Santa Maria 1932

Coppa Italia Dilettanti-Andata

Audax Cervinara: Stasi, Ciampi (34’ pt Tadd), Iaquinto, Russolillo, Brogna, Zerillo, Befi (28’ st Petrone), Fusco, Calandrelli (46’ st Guida), Conti, Furno. A disp.: Napolitano, Ricci, Casale L., Navarretta, Guida, Taddeo, Petrone, Casale G., Romaniello. All. Iuliano.

Polisportiva Santa Maria 1932: Russo, Lo Schiavo (21’ st Trabelsi), Mamadou, De Sio (35’ st Fernando), Pastore, Itri (1’ st Fiorillo), Petrillo (17’ st Morena), Ammendola, Tiboni, Tenneriello, Romano ((17’ st Manzo). A disp.: Grieco, Trabelsi, Verdoliva, Fernando, Morena, Di Gregorio, Alfieri, Manzo, Fiorillo. All.: Pirozzi.

Arbitro: Luca Cavalli di Benevento (Caliendo-Varchetta)

Reti: 46’ pt Brogna, 24’ st Russolillo, 25’ st Befi

Note: campo di gioco in erba naturale, 250 spettatori circa. Ammoniti Mamadou, Fusco, Fiorillo, Befi, Tiboni, De Sio.

Trasferta amara, l’Audax vince 3 a 0 nell’andata dei quarti

Qualificazione in salita per la Polisportiva Santa Maria 1932 che perde la gara di andata di Coppa Italia Dilettanti sul campo dell’Audax Cervinara per 3 a 0. Pomeriggio amaro per i giallorossi che ora dovranno provare l’impresa il 7 novembre al Carrano. La cronaca. Dopo un giro di lancette, tiepida conclusione di Tiboni. Stesso discorso per Romano, rientrato in campo dal primo minuto, che non prende lo specchio della porta. Gioca con personalità la Polisportiva che ci riprova con Tiboni. Il primo tentativo dei biancoazzurri è di Russolillo che calcia però distante dalla porta difesa da Russo. Sono però ancora gli ospiti a rendersi pericolosi con un cross rasoterra di De Sio che per un soffio non trova la deviazione di Tiboni. La gara scivola via senza particolari sussulti fino alla mezzora quando Befi, per i padroni di casa, ci prova sugli sviluppi di un calcio piazzato. Verso la scadere della prima frazione, Romano potrebbe sorprendere con un pallonetto Stasi, che però non si lascia superare. Al 41’, un coriaceo Tenneriello recupera un grande pallone e si invola verso la porta di Stasi, che è bravo ad intercettare la conclusione ravvicinata. Il finale si infiamma e anche i padroni di casa hanno una ghiotta palla con Zerillo che, a porta sguarnita, sparacchia alto. Quando il primo tempo sembra essere ormai finito, arriva la rete del vantaggio dei padroni di casa che, approfittando di un pasticcio dei giallorossi, trovano l’uno a zero con Brogna. Nella ripresa, Pirozzi manda in campo Fiorillo al posto di Itri, che nella prima frazione aveva rimeditato una botta al gomito. I giallorossi provano a recuperare con Pirozzi che si gioca le carte Morena e Manzo per cercare di trovare il pari. Ma non sortisce gli effetti sperati. Doppia palla gol per gli irpini, al 21’, con un tiro di Russolillo respinto da Russo e con un colpo di testa di Conti che fa la barba al palo. E’ il preludio al raddoppio che arriva al 24’ proprio con Russolillo che non ha problemi, solo davanti a Russo, a siglare il due a zero. Nemmeno il tempo di riprendere il gioco e arriva anche il terzo gol irpino con Befi che supera con un pallonetto il portiere giallorosso. Il tre a zero annichilisce i giallorossi che non riescono a trovare in alcuno modo la via della rete. Se ne riparlerà tra quindici giorni, ma ci vorrà un’impresa per approdare in semifinale.

L’UFFICIO COMUNICAZIONE

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.