cerruti
SPORT

PIENA VICINANZA AL PRESIDENTE DELL’AGROPOLI CERRUTI DOPO GLI INSULTI

E’ notte fonda quando riceviamo telefonate e registrazioni di improvvisati quando stucchevoli salotti dove gironzolano falliti deficienti alla ricerca di soldi,marchette e notorietà.Quando abbiamo cominciato a vederli,sollecitati da colleghi e amici, ci veniva da rimettere.Ebbene l’Agropoli e Cerruti sono finiti in questo calderone colpevoli solo di aver vinto una partita.Uno tritacarne vergognoso dove se si facesse solo la critica sarebbe tutto normale, chi scrive di attacchi ne ha fatti a bizzeffe pagandone le conseguenze,  ma offendere  sul piano personale  con insulti ed epiteti vari continuamente un presidente che per l’Agropoli ha dato tantissimo è una vergogna.La critica è ammessa l’insulto no.Per cui esprimiamo al massimo dirigente dell’Agropoli Domenico Cerruti e a tutta  la società dell’Agropoli piena solidarietà perchè le critiche sono una cosa e può anche meritarsele se sbaglia ma le offese no.Purtroppo quando ci sono editori compiacenti che danno il microfono in mano ad improvvisati faccendieri alla ricerca di marchette e marchettelle,si ospitano persone di dubbia provenienza  e si portano acclarati cocainomani camuffati da addetti stampa davanti alle telecamere a questo si va incontro.La cosa più disgustosa e che si è lasciato offendere un presidente e nessuno dei presenti lo ha difeso.Quest’anno Cerruti  e Puglisi e la nuova importante società hanno  negato,per il momento,la paga e i soldi a chi costantemente fa accattonaggio sull’Us Agropoli per cui alimentare questi attacchi è solo una tattica per arrivare ad ottenere soldi e assegni.Le offese fatte a Cerruti tornano ai mittenti perchè hanno detto del presidente quello che sono loro nella vita. Rinnoviamo la solidarietà al presidente Cerruti e alla società dell’Us Agropoli.Sergio Vessicchio

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.