salerno
SPORT

A SALERNO TORNA ROWING TOGETHER

(ANSA) – ROMA, 27 FEB – Mancano poco più di due mesi all’avvio di ‘Rowing Together-Città di Salerno, evento previsto sul Lungomare Trieste della città campana dal 28 aprile al 1 maggio.
Sono previsti quattro giorni per 40 competizioni, due sport, tre categorie, 20 circoli, 30 equipaggi canottaggio, 270 atleti master canottaggio, 10 equipaggi Dragon Boat, 180 atleti master canoa, 20 atleti Special Olympics. Numeri che testimoniano l’interesse per una autentica festa dello sport, giunta alla sua quarta edizione, nata dalla collaborazione tra la Happening Sport di Antonio Ricciardi e lo storico Circolo Canottieri Irno, padrone di casa, con l’ausilio di altre realtà, sportive e non.
La manifestazione di Salerno intende promuovere anche i valori etici che lo sport veicola, come solidarietà, inclusione, integrazione. E lo fa aprendo le sue competizioni a tutti ed è motivo di orgoglio la presenza del Gruppo Special Olympics, atleti con disabilità mentali che attraverso lo sport migliorano la qualità della loro vita quotidiana.

COS’E’ IL ROWING TOGETHER

Rowing Together è una regata promozionale che si svolge nelle acque del golfo nel mese di maggio.La manifestazione, che gode del patrocinio del Comune di Salerno, è organizzata dal Circolo Canottieri Irno e dal Comitato Regionale Campania della Fic, Federazione Italiana Canottaggio, con Openroma Comunicazione Visiva e Special Olimpics, onlus che promuove allenamenti sportivi e competizioni atletiche per persone con disabilità intellettive.Alle regate partecipano gli equipaggi master dei circoli più prestigiosi d’Italia.Le competizioni si svolgono nello specchio d’acqua antistante il Lungomare Trieste, fra la spiaggetta del Porto Masuccio Salernitano e Piazza Cavour, uno straordinario campo di gara, vero e proprio stadio per il canottaggio in cui il pubblico può apprezzare pienamente la competizione grazie alla ridotta distanza tra la massicciata del lungomare e gli equipaggi in gara.La mission del Rowing Together è quella di promuovere lo Sport in generale, e quello remiero in particolare, come attività dai grandi valori etici e formativi alla portata di tutti. Particolare attenzione è data alla promozione dello sport come strumento di accettazione ed integrazione sociale per i portatori di handicap.

 

comunicato stampa
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.
http://www.agropolinews.it/