22 Settembre 2023

AGROPOLI, AGGUATO ALLO STADIO GUARIGLIA DIVELTA LA RETE DI RECINSIONE FINALE DEI DELFINI LONTANO DALLA CITTA’ DOVE SONO GLI ULTRAS

                       RETI DIVELTE E GUARIGLIA DISTRUTTO

IL GIRO E’ DI CENTINAIA DI MIGLIAIA DI EURO CHE LA FEDERAZIONE DI ATLETICA LEGGERA DA AD UNA SOCIETA’ AGROPOLESE LA QUALE ATTRAVERSO IL PATROCINIO DEL MUNICIPIO E PAGANDO FORSE UNA CIFRA IRRISORIA METTE SU UN MOVIMENTO DI MIGLIAIA E MIGLIAI DI EURO OCCUPANDO LO STADIO GUARIGLIA. LE OPPOSIZIONI VADANO IN PROCURA E DIANO UN SENSO AL LORO RUOLO ALTRIMENTI SE NE TORNINO A CASA. L’AGROPOLI AVEVA AVVERTITO IL FUNZIONARIO LA PORTA E IL SINDACO DELLE FINALI GIA’ A IN PRIMAVERA QUANDO LE DATE DELL’ATLETICA ANCORA NON ERANO NOTE.

Nessuna descrizione disponibile.

 

Saranno le telecamere della sala gos a svelare il volto di chi ha divelto le reti della tribuna Palluotto rendendo la struttura inagibile per la finalissima tra Agropoli e Gallipoli in programma il 18 giugno e se sarà il caso sarà denunciato alla procura della repubblica.  Lo sfregio al Guariglia è stato fatto la notte scorsa o di prima mattinata. Le telecamere riescono a riconoscere chi ha devastato lo stadio Guariglia. Una trovata per non far giocare l’Agropoli fra sette giorni in casa.  Lo stadio si presenta nel più totale abbandono e completamente nella mani di una società di atletica leggera. Dal comune fanno orecchie da mercanti, il funzionario La Porta è un noto incapace ed è facile farselo amico e compiacente. Bisogna vedere se e come ha i permessi questa società e fino a che punto si può spingere a manomettere la sruttura piazzando gazebo abusivi e cambiando lo stato delle cose. La tribuna Palluotto ha subito un autentico agguato, è stata tolta tutta la rete di recinzione almeno per una cinquantina di metri come dimostrano le immagini in basso. La pista è stata praticamente aggredita, la situazione è imbarazzante e l’Agropoli ha potuto a malappena allenarsi. Fra l’altro il terreno di gioco si presenta in evidente incuri. La guardania dello stadio è nelle mani dell’Us Agropoli ma questa mattina il presidente facente funzioni Nicola Volpe ha dichiarato che l’ultima parola spetta all’amministrwzione comunale. Il problema è di vecchia data. Lo stadio Guariglia come il castello è altri beni patrimoniali della città sono nelle mani di pochi che portano voti agli amministratori e fanno guadagni enormi. la società di atletica leggere che invade quotidianamente i campi a tutte le ore fa pagare firo di quattrini agli atleti e non si sa quanto paga al comune.

 

Il funzionario La Porta è complice? L’Agropoli Cilento servizi è complice? Dov’è il direttore Gorga con una struttura ormai marcita da quando la Gelbison ha smesso di giocare? Il consigliere delegato allo sport dov’è? Il sindaco dove sta? L’unione sportiva Agropoli perchè non parla forse ha paura di essere ricattata sulla gestione dello stadio? Una situazione difficilissima anche perchè il giorno 18 giugno  l’Agropoli ha in programma il retorun match per andare in serie D e il campo risulta ancora occupato dall’atletica. L’Agropoli attraverso la figura del segretario Gabriele Giordano ha provveduto nei mesi scorsi a comunicare al municipio che nel mese di giugno erano in programma le finali nazionali per accedere in serie D ma il funzionario La Porta, il sindaco, la giunta se ne sono fottuti e hanno ceduto alle pressioni dell’atletica leggera. Per motivi elettorali? Hanno forse qualche ritorno personale?  Quanti sono e chi incassa i soldi messi a disposizione dalla federazione di atletica leggere per fare ad Agropoli la manifestazione? L’Agropoli Cilento servizi era al corrente della situazione? I consigieri di minoranza questa volta vadano fino in fondo invece di fare solo confusione e facciano intervenire la magistratura. Mettano al corrente i carabinieri. Pesce è risultato totalmente incapace di far presentare i conti sul babà natale sarà capace questa volta di venire a capo di questi abusi da parte dell’amministrazione comunale, del sindaco immischiati con cittadini ai quali cedono le strutture patrimoniali del municipio? I capigruppi dei partiti di maggioranza cosa fanno? Dove sono? I consiglieri comunali della maggioranza sono al corrente di questo schifo? E’ imbarazzant4e come il sindaco e l’amministrazione possano scendere ad un livello così basso di intrighi, imbrogli e distruzione del patrimonio comunale. Il sindaco tolga il disturbo.  L’Agropoli è messa fuori dal suo stesso stadio, da chi amministra la città e da chi approfitta del voto di scambio per mandarla a giocare lontana dalla città.  I tifosi una volta non avrebbero consentito tutto questo, gli ultras avrebbero bloccato tutto e rimesso a posto le cose e invece anche loro sono stati colti di sorpresa mentre organizzano la trasferta di andata.  In altri tempi  i tifosi a questi politici e ai loro amichetti   li avrebbero  costretti a scappare di notte. Sergio Vessicchio

 

 

 

 

Nessuna descrizione disponibile.

 

About Author

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: