22 Settembre 2023

AGROPOLI, BIMBI CONTESI E NONNA CORAGGIO LA REPLICA DELL’AVVOCATO MARCO NIGRO/RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

COMUNICATO STAMPA
OGGETTO: REPLICA ALLE DICHIARAZIONI DELLA SIG.RA ADRIANA COSTANTIN –
INTERVISTA DEL 28.10.2021 – AGROPOLI NEWS – CANALE YOUTUBE SERGIO VESSICHIO

Spett.le Redazione,
in seguito ai fatti gravissimi denunciati dalla sig.ra Adriana Costantin nel corso di una video intervista
pubblicata sulla vostra testata online in data 28.10.2021 si intende precisare quanto segue:
Se tutto ciò che racconta la sig.ra Costantin fosse realmente accaduto, è singolare che a denunciare questi fatti gravissimi sia la nonna e non la madre delle gemelline. È ancor più singolare che, così come emerge
dall’intervista, la sig.ra Costantin non abbia più rapporti con la figlia, motivo per il quale nemmeno è possibile affermare parli per conto della stessa.
È chiaro che di tali affermazioni, gravemente diffamatorie, la Costantin ne risponderà nelle opportune sedi. A questo punto, però, per dovere di cronaca è opportuno chiarire lo stato dell’arte.
L’etica professionale impone di non mettere su piazza vicende familiari private, episodi, fatti, che invece la
sig.ra Costantin non ha avuto problemi a raccontare.


Quello che però la stessa ha omesso di riferire nel corso di una video intervista di oltre 1 ora e 30 minuti è
l’esistenza di due provvedimenti dell’Autorità Giudiziaria (una sentenza del tribunale per i minorenni e un
ulteriore sentenza del tribunale ordinario) che hanno deciso di affidare le minori al padre in via esclusiva.
Si ripete, l’etica professionale impone di non divulgare i fatti emersi nel corso dei relativi giudizi che poi sono stati a fondamento delle decisioni dei Tribunali, ma un dato è incontrovertibile: ben 9 magistrati di questa Repubblica (3 giudici del Tribunale ordinario più 4 giudici del Tribunale per i minorenni, con il parere favorevole dei rispettivi PM) hanno deciso di affidare le minori al padre in via esclusiva! Quindi, nessun inganno da parte dell’Avv. Nigro, solo provvedimenti dell’Autorità Giudiziaria! Stando così le cose qualche domanda occorre farsela. È utile, a tal fine, leggere un passaggio del provvedimento del Tribunale per i Minorenni di Salerno il quale, tra le altre cose, rappresenta come l’unica scelta possibile sia quella di affidare le gemelline la padre al fine di garantire alle minori “un corretto ambiente di crescita che la madre non appare in grado di assicurare, stante, per altro, il costante disattendere le indicazioni delle autorità giudiziarie e dei servizi sociali”.
Questi sono i fatti! La sig.ra Costantin, dal canto suo, dimostra nell’intervista di non conoscere affatto le
vicende personali e giudiziarie della figlia, le sue scelte personali e parla a vanvera, sparando su tutti,
inventando fatti ed episodi mai avvenuti.
Di tanto ne risponderà nelle sedi opportune.
Avv. Marco Nigro – Avv. Eraclite Mautone

About Author

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: