27 Maggio 2024

AGROPOLI, CHI E’ LA TALPA DEI LADRI ALLARME IN COMUNE

Il furto al comune nella notte tra l’11 e il 12 di gennaio (clicca qua)lascia molti interrogativi. Gli inquirenti stanno lavorando sulle telecamere che sono a disposizione e non tutte. La presenza di una talpa all’interno del municipio ormai, secondo i soliti bene informati, è certa. La modalità con la quale i furfanti sono entrati all’interno del municipio lascia più di una perplessità, troppo facile, hanno praticamente avuto via libera. Sono entrati nell’ufficio anagrafe e non hanno dovuto forzare nessuna porta, come hanno fatto? Hanno preso le chiavi della cassa forte in un cassetto, l’hanno aperta e hanno prelevato 1800 euro senza particolari difficoltà. Poi sono entrati negli uffici dei vigili urbani e in due stanze specifiche, quella del nuovo comandante e della nuova vice comandante. Cosa cercavano? La loro facilità di azione lascia immaginare che sono stati aiutati da una talpa che li ha aiutati ad entrare e ad ottenere le chiavi per andare dove volevano andare e questo fa anche pensare che non cercavano niente nelle sale ai piani superiori altrimenti ci sarebbero arrivati.

 

Il fatto è inquietante se si considera la dinamica d’ingresso e la mancanza delle telecamere spente probabilmente per consentire di far operare tranquillamente i ladri i quali, a questo punto, non sono lontani da Agropoli e che ceravano di certo qualcosa di preciso oltre che ai soldi presi e le carte d’identità vuote con i timbri e via dicendo. Ancora più inquietante è che la stessa notte i vandali hanno preso d’assalto la scuola elementare Gino Landolfi (clicca qua). E’ davvero tutto libero, incontrastato e tutti possono fare quello che vogliono? La sicurezza è a rischio nella capitale del Cilento dove negli appartamenti si trafuga continuamente, al comune entrano come acqua fresca e in città le baby gang e i rom sono stati bloccati dall’azione dei carabinieri ma con un rischio riciclaggio notevole  mentre il sindaco e l’amministrazione fanno finta di niente forse perché la vera banda bassotti sono loro non certo per il furto al municipio ci mancherebbe ma per l’assalto alla diligenza chiamata Agropoli. Sergio Vessicchio

About Author