Tutti presenti i componenti della giunta. questa mattina per fare voti presso la regione per lo stato di calamità naturale. Attraverso una delibera di giunta il sindaco e gli assessori hanno sottoscritto l’importante richiesta motivandola con atti e documenti. Ora la palla passa alla regione affinché  il governo riconosca lo stato di calamità naturale.

Sono pronti a sostenere la causa di Agropoli e quindi anche di Castellabate il vice ministro agli esteri Edmondo Cirielli e altri deputati e senatori di Fratelli d’Italia. Certamente non mancherà l’appoggio di altre forze politiche con Franco Alfieri ora presidente della provincia pronto ad andare fino a Roma.

COSA ERA SUCCESSO AD AGROPOLI

Ad Agropoli

Dalle 9 del mattino di sabato 18 novembre , un violento nubifragio si è abbattuto sulla cittadina di Agropoli. Tutte le principali arterie viarie sono state allagate, le fognature non hanno retto e i tombini sono completamente saltati: c’è un metro d’acqua in strada. Un allagamento anche in una scuola della frazione Moio, che era rimasta chiusa proprio per l’allerta meteo. Alcune persone, in una zona periferica della città, sono rimaste bloccate nelle proprie abitazioni. Anche un balck out elettrico ha interessato per tutta la mattinata la cittadina cilentana.

Di admin

Sergio Vessicchio blogger, youtuber, social media manager attivo per stampa televisiva, carta stampata, siti web, opinionista televisivo, presentatore, conduttore.

//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: