12 Luglio 2024

AGROPOLI, E’ QUESTA LA STRADA GIUSTA BRAVO APICELLA

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 2 persone, folla e il seguente testo "ALEX"

Roberto Apicella nel mese di agosto ha forse dato la vera impressione di cosa ha in testa. Tutti gli appuntamenti distribuiti in tutti i luoghi della città sono stati sold out. Una dimensione forse difficile da comprendere ma certamente la strada giusta. la gente vuole divertirsi e se sa che ad Agropoli si diverte ci viene. Di tutto e di più, al caso nulla è stato lasciato ed è emersa la cultura, l’arte, lo spettacolo. Apicella spesso fa cose discutibili come da assessore fa la cafonata di fare il vocalist nella notte blu ma ha dato l’impressione di aver incanalato Agropoli sul giusto tema. La gente4 vuole divertirsi e Apicella lo ha capito. Tenuto contro delle serate del carrubo le più belle, la città è stata coinvolta in una fantastica evoluzioni di attrazioni, tutte molto belle. Tutto molto appetibili e a tutte le ore. Stupendo. Questa è la strada giusta, non servono arene doppione o i soliti cantanti ormai triti e ritriti. Il dj fa da animatore nella città e Apicella ha sciolo i dj locai perfino quello internazionale bravissimo UtoKarem per trasformare la città in una pista danzante come vuole la gente che si è totalmente divertita. Solo a noi hanno chiamato da ogni parte d’Italia per complimentarsi ma anche per chiedere ulteriori informazioni.

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 2 persone e folla

 

 

La caducità dei numeri impressionante registrata in special modo a luglio e metà agosto è stata colmata da questo programma dell’assessore cominciato già con i giorni della festa della Madonna delle Grazie con la discoteca in piazza voluta da Dinio Baccoe Don Bruno  e continuata in ogni angolo della città, dal Faro alla Piazzetta, dal porto al lungomare per continuare a trentova e alla periferia. Apicella però non deve più commettere l’errore delle sagre un degrado totale, delle bancarelle sul lungomare una vergogna assoluta e delle manifestazione di basso profilo ma deve continuare su questa strada con la gente in strada e gli animatori (dj e altro) a fare da apripista. Le vergogne invernali dei babà natale, della vergogna dell’atletica e via dicendo sono sperperi che vanno evitati. Se Agropoli si trasforma, la sera, in una discoteca tenendo conto della maestosità del carrubo al quale va dato ampio margine di controllo, i numeri cresceranno e Agropoli diventerà sempre più una meta ambita da giovani provenienti da tuta Italia. Su questo Apicella ha visto lontano. Sergio Vessicchio

Potrebbe essere un'immagine raffigurante una o più persone, folla e testo

About Author