23 Febbraio 2024

AGROPOLI, FLOP ANCHE LA NOTTE DI NATALE GIOVANI IN FUGA DALLA CITTA’ LE TAVERNELLE PAESTUM GETTONATISSIME

 

 

AGROPOLI DESERTIFICATA ANCHE LA NOTTE DI NATALE AMMINISTRAZIONE RESPONSABILE FATALE L’AZZOPPAMENTO DELLA MOVIDA

Il decadimento socio culturale agropolese ha preso una piega bruttissima. Nemmeno la notte di Natale notoriamente foriera di brindisi e diventimento per le strade ha contemplato quanto meno un’eccezione. Niente,  bar vuoti, piazze sgombre e giovani in fuga verso Capaccio Paestum templi e tavernelle le mete, Santa Maria di Castellabate e Acciaroli. Agropoli è rimasta quel deserto del lungo periodo di natale. Affossata la movida, piazza della mercanzia registra il vuoto assoluto dopo essere diventata un autentico deposito di poltrone e tavolini in un recinto vetrato, il lungomare solo un luogo di passaggio nonostante i bar hanno aperto.

 

Più movimentata era stata la vigilia con gli aperitivi e i brindisi nei bar più accorsati, quelli più curati, la musica dal vivo di Civico 52 per quasi 24 ore ha attirato tanti giovani e meno giovani, il Nerò Cafè con la sua moltitudine di proposte ha accentrato molto, l’ex Serenella ha attirato giovani turisti, il Lounge Bar si è distinto per la variegata offerta, poi niente più, il centro rimasto all’asciutto. la notte di Na<tale segna il passo, il fallimento totale della movida agroplese una volta ricca economicamente oggi rappresenta solo uno sbiadito ricordo, il solo centro storico davanti alla piazzetta della Madonna di Costantinopoli un pò di aggregazione grazie alle iniziative di Alessandro Catuogno e i suoi soci. Poi un fallimento totale provocato da un’amministrazione vergognosa capace di tarparee le ali alla città, all’imprenditoria giovanile agropolese, al commercio. Mutgalipassi e i sette nani si vergognino perchè le colpe sono principalmente le sue.

About Author