21 Luglio 2024

AGROPOLI, IERI 4 ANZIANE TRUFFATE CON IL TRUCCO DEL PACCO POSTALE,FATE ATTENZIONE

AGROPOLI. Anziani di Agropoli nel mirino di una banda di truffatori senza scrupoli: ben quattro quelli che, nella sola giornata di ieri, sono stati ingannati ed indotti a consegnare denaro dai soliti ignoti delinquenti, in azione nelle contrade Fuonti e Madonna del Carmine. Una nonnina ha sborsato addirittura 3mila euro.
“Signora c’è un pacco per sua nipote”: questa l’ultima truffa studiata per truffare gli anziani, facendo leva sui loro affetti più cari.
La prima vittima è stata una 73enne residente a Fuonti che ieri all’ora di pranzo, intorno alle 13:30, si è vista presentare alla porta un uomo con in mano un finto pacco postale, al quale ha dato purtroppo 300 euro. “Bisogna firmare e pagare per ritirare questo pacco, c’è dentro il computer ordinato da vostra nipote” ha spiegato il sedicente fattorino, chiedendo ben 1.600 euro alla pensionata, invitandola a telefonare alla nipote per verificare: cosa che la nonnina ha fatto utilizzando finanche il telefono fisso.
Ed è qui che scatta la truffa, poiché al telefono risponde una voce femminile camuffata che ‘conferma’ di aspettare il pacco per indurre la vittima a consegnare soldi. “Si nonna il pacco è mio, per favore paga o dai un acconto altrimenti il pacco torna indietro”: queste le parole esatte, pronunciate attraverso una ‘deviazione di chiamata’ su un altro numero eseguita probabilmente da un complice all’esterno, attraverso un marchingegno mobile o manomettendo le cabine telefoniche Telecom. Un uomo alto e sui 35 anni, infatti, è stato notato da più testimoni mentre, con fare sospetto, armeggiava con un telefono pubblico a quell’ora nella zona.
Non soddisfatta, la banda di truffatori ha adottato la stessa tecnica ai danni di altri tre anziani, tutti soli in casa: in località Madonna del Carmine, la malcapitata pensionata caduta in trappola ha sborsato ben 3mila euro.
Gli episodi sono stati denunciati alla Stazione dei carabinieri di Agropoli, diretta dal m.llo Vincenzo Diliberto, che ora indagano sull’accaduto con il coordinamento della locale Compagnia, agl’ordini del cap. Francesco Manna. I militari dell’Arma, al riguardo, invitano le persone anziane a non ritirare mai pacchi né consegnare denaro a sconosciuti, in alcun caso, in quanto si tratta di truffatori, contattando immediatamente il 112.FONTE STILE TV

About Author