5 Marzo 2024

AGROPOLI IN SERIE D MANCA LA FIDEJUSSIONE CERRUTI C’E’ E INFANTE NO RISCHIO FLOP

Manca solo la fidejussione e per l’Agropoli potrebbe scattare la presenza nel campionato di serie D e sarebbe un successo di Infante maturato dopo due stagioni importanti segnalandosi come uno dei presidenti più bravi e pagatori dell’intera storia del calcio agropolese. Il presidente di fatto Nicola Volpe e Franco Alfieri hanno praticamente tessuto la tela dei rapporti sia con Cerruti che già quest’anno ha dato 50.000 mila euro di contributo e ha messo ha disposizione subito l’intera cifra per il campionato di serie D. A Infante gli si chiede solo la fidejussione ma per il momento l’ormai ex presidente ha detto no. Con il format cambiato praticamente l’Agropoli sarà quasi certamente ripescato ma bisogna fare l’iscrizione entro venerdì quando scadono i termini. Di fatto è tutto pronto, sia l’incartamento per l’iscrizione sia i soldi liquidi da versare manca la fidejussione e Infante potrebbe in u minuto farla ma si sta opponendo e non sappiamo per quale motivo. Nicola Volpe ha interessato anche la BCC di Aquara ma in questo momento il direttore Marino è indisposto per problemi di salute.

 

 

Il rischio del flop c’è anche se si spera che sia Infante che Cerruti possano arrivare ad un accordo preciso e assicurare l’iscrizione alla serie D e poi la società si fa successivamente con Infante ormai dimissionario per problemi di salute e Cerruti a muovere le fila di un discorso lungimirante con la speranza che lo stesso Infante torni sui suoi passi e si rimetta, con l’aiuto di Cerruti e di altri, alla guida della squadra perchè ha dimostrato serietà, competenza e attaccamento. Dare continuità al suo progetto sarebbe importantissimo ma farlo franare proprio quando si sta per realizzare è molto poco suggestivo. Sergio Vessicchio

About Author