29 Maggio 2024

AGROPOLI, MALANDRINO: ” IN CITTA’ E’ UN DISASTRO AMMINISTRATIVO”

Il cocoordinatore cittadino di Forza Italia Emilio Malandrino in una nota alla stampa pone l’accento su  SANITA’-SICUREZZA-COMMERCIO-BILANCIO-TURISMO

Emilio Malandrino coorodinatore cittadino di Forza Italia attraverso una nota data alla stampa pone l’accento sul diusastro amministrativo ad Agropoli e tocca i punti salienti delle criticità presenti in questo momento ad Agropoli mostrando un quadro totalmente caduco rispetto al passato con denunce specifiche. Questo il testo della missiva:

                      AGROPOLI, L’assenza TOTALE della Politica.

SANITA’
Arriva, immancabile, il reiterato annuncio pre-elettorale della “famosa” Camera Iperbarica.
Ritengo, e sono certo, che tutti i cittadini di Agropoli sono stufi di questa “barzelletta” ripetuta ormai da oltre dieci anni ad ogni scadenza elettorale.
A nostro avviso un intervento-contentino che, semmai dovesse realizzarsi, certamente non cambia la drammatica situazione di emergenza sanitaria che vive questo territorio, dove non esiste, di fatto, un Ospedale, non esiste una rete dell’emergenza e, ancor più grave si annullano quei pochi servizi essenziali ancora presenti.
Negli ultimi mesi viene eliminato il servizio ambulanza con medico a bordo, e, proprio in questi giorni, si annuncia l’esclusione del servizio di Laboratorio di Analisi dal “martoriato”residuo del “fu” Ospedale e il servizio di Guardia Medica, nei giorni più intensi di Pasqua e Pasquetta, risulta, inaccettabilmente, “CHIUSO” ( per ferie???).
SICUREZZA –
L’ALLARME SICUREZZA, invocato negli ultimi mesi, attende ancora, mentre i furti o i tentativi di essi continuano giornalmente, una presa di posizione ed una azione concreta di questa Amministrazione che continua, a nostro avviso, a sottovalutare e/o a disattendere al problema.
COMMERCIO
Nei giorni scorsi abbiamo assistito ad una delle pagine più incredibili della storia del nostro Comune dal punto di vista Commerciale.
Si palesa, attraverso una formale notifica, cofirmata dal Responsabile dell’Ufficio Commercio-Urbanistico e dal Responsabile della Polizia Locale, una diffida , con relativo ordine di chiusura per 5 giorni ed ammenda accessoria, a tutte le attività di Bar-Ristoranti della area Centrale della Città con annessi Dehors, agli stessi concessi negli anni precedenti, in applicazione ad un intervenuto nuovo regolamento che imporrebbe spazi e occupazioni diverse da quelle attuali, senza preavviso, senza atti propedeutici e senza tener conto della tragica situazione in cui versa il commercio agropolese, a cui si dovrebbe dare un supporto anziché trasferire ulteriori tasse e fardelli.
Tutto ciò, smentito poi repentinamente, personalmente, dal Sindaco presso ogni singolo esercente che, intervenendo a poche ore dalla comunicazione inviata, annunciava l’invio ( in netto contrasto con la prima notifica ) di un atto “CORRETTIVO” per mettere una “pezza” alla clamorosa “gaffe”partorita.
Davvero un’azione che, se non ci fosse la tragicità dell’evento, potrebbe definirsi altamente “comica”.
Questo dimostra la assoluta mancata sintonia tra il ruolo della Politica e le funzioni della macchina amministrativa attraverso i responsabili di settore ed il personale delle varie aree.
BILANCIO –
A giorni l’approvazione del documento programmatico che indirizza e regolamenta l’andamento economico-finanziario dell’Ente .
Questa materia, di difficile interpretazione e complicata da comprendere, andrebbe studiata nei particolari da coloro ( consiglieri ) che poi, in maniera a volte veloce e superficiale, la approvano con il voto.
A nostro giudizio, dopo averla con attenzione analizzata, e dopo aver letto il fondamentale parere dell’organo di REVISIONE che sigilla la sua legittimità, presenta molte criticità ed incongruenze.
Gli stessi REVISORI, in un preciso passaggio, invitano a verificare che alcune partite di entrate, relative a cifre imponenti, ci siano realmente.
Si interrogano su un recupero di tasse ed imposte per circa 1.700.000 euro senza specificare da quali di queste.
Precisano che non ritengono opportuni ulteriori accensioni di Mutui oltre a quelli già in essere.
Rilevano dubbi su una previsione di circa 4.000.000 di euro da sanzioni del codice della strada ( AUTOVELOX???? ), cifra assolutamente irragionevole ed improponibile.
Affermano altresì che si tratta di una situazione finanziaria “delicata”, anziché definirla più correttamente da pre-dissesto.
TURISMO –
Nessuna reale e concreta programmazione ad oggi, ormai alle soglie della prossima estate, né sotto il profilo degli interventi di lavori pubblici e manutentivi, a partire dal noto problema della poseidonia Lido Azzurro e Porto della Marina, dove da tempo invochiamo una definitiva soluzione con rimozione e riposizionamento delle barriere flangi flutto, ne tantomeno sul versante della organizzazione degli eventi estivi che andrebbero selezionati, anche in pochi avvenimenti, per qualità e numeri ma di valore e risonanza nazionale ed internazionale e non tante piccole ed inutili manifestazioni di dubbio interesse.
Qui l’assenza totale di una classe Politica Dirigente che non trova stimoli, non trova soluzioni e non sempre riesce a dialogare con l’opposizione consiliare ed extraconsiliare e, soprattutto, con i burocrati-funzionari della macchina Amministrativa che diventano poi la vera leva di indirizzo e Comando, di decisioni, di programmi ed azioni che spetterebbero solo ed esclusivamente a chi è delegato dal Popolo.
Agropoli ha bisogno di Presenze, di Concretezza, di Certezza e soprattutto di dialogo, accompagnamento e vicinanza da parte di chi è deputato a farlo.
Oggi governa una classe Politica Assente, distante dalla gente, lontana dai bisogni reali, miope nelle scelte fondamentali.
Agropoli da tempo, vertiginosamente, fa notevoli passi indietro.
La Città ha bisogno di risvegliarsi, di ritrovare fiducia nelle Istituzioni, di credere in una ripresa ed in un futuro migliore.
Probabilmente con questa Amministrazione, siamo sulla strada sbagliata.

About Author