21 Luglio 2024

AGROPOLI, NEI GUAI I CESARULO DOPO LE DENUNCE DELLA MOVIDA/VIDEO

Le denunce dei protagonisti della movida, quelle di altri commercianti hanno portato i carabinieri di Agropoli a dare scacco matto al clan comandato da Enzo Cesarulo anche lui sotto osservazione dai militari della compagnia di Agropoli che d tempo stavano lavorando in questa direzione. Un clan praticamente familiari che cercava di incutere paure con minacce e richieste

Estorsione e tentata rapina ai danni dei gestori di diversi bar e locali notturni della movida di Agropoli. Nei guai due fratelli appartenenti al noto clan rom dei Cesarulo. I carabinieri della Compagnia cilentana, agl’ordini del cap. Fabiola Garello, hanno eseguito infatti due ordinanze cautelari personali, emesse dal gip del Tribunale di Vallo della Lucania su richiesta della Procura della Repubblica vallese, a carico di un 25enne e di un 36enne, figli del locale capoclan. Entrambi sono stati sottoposti al divieto di dimora nella città di Agropoli. Per il 25enne, la notifica del provvedimento restrittivo è avvenuta nel carcere di Biella, in Piemonte, dov’è stato associato nei giorni scorsi per altre accuse di tentata estorsione. Le indagini sono state condotte dai militari dell’Arma della Stazione di Agropoli, diretti dal lgt. Carmine Perillo.

About Author