22 Febbraio 2024

AGROPOLI, OPPOSIZIONI NO ALLA CASA DI BABBO NATALE CON GLI IMBROGLI SANTOSUOSSO SI DISSOCIA E SE NEVA

Santosuosso nella commissione si è alzato e se ne è andato mostrando tutto il proprio dissenso contro un babà evidente al quale non ha voluto dare la propria benedizione affermando chiaramente: ” Non partecipo a far dare a un soggetto trecento quattrocento mila euro”. Poi ha dato una nota alla stampa dove dice: ““Personalmente mi sono dissociato perché non sono d’accordo, infatti ho lasciato i lavori della Commissione per manifestare il mio dissenso: pertanto, ribadisco il mio no a questa manifestazione così com’è stata concepita”.

I lavori della commissione con la presenza di Pesce e La Porta voluti dal funzionario di riferimento Giuseppe Capozzolo hanno contemplato alcune richieste delle opposizioni. La minoranza ha ribadito che la cooperativa incaricata deve essere scelta con equità e legalità rispetto ad una gara d’appalto o a limite per una manifestazione d’interesse. Deve avere una forza lavoro disponibile e non deve assolutamente farsi aiutare dal servizio civile e dalla protezione civile. Deve rimanere il prezzo del biglietto al castello per i non residenti, no alla concessione della corrente elettrica, nessun contributo, nessuna navetta, nessuna illuminazione.

Ci sono anche altre richieste le quali saranno chiarite nelle prossime ore in una nota. Stranamente il sindaco, o chi per esso, ha poi diramato un comunicato nel quale fra le altre cose si legge testualmente: “Diverse le modifiche apportate alle richieste incluse nel progetto originario, presentato dalla coop organizzatrice, che avrà il patrocinio dell’Ente e l’utilizzo del solo suolo pubblico. Queste sono state oggetto di apposita deliberazione di giunta municipale, approvata questo pomeriggio. Il programma della manifestazione, che punta ad attirare migliaia di persone, resta invariato.” Ancora non si conosce la nuova delibera ma se non ci sono gli accorgimenti richiesti da Pesce e La Porta i due sono pronti a mandare la carte alla procura della repubblica per valutare ipotesi di reato nella stesura della delibera, nelle concessioni alla cooperativa e nella valutazione della cooperativa incaricata la quale, sembra, non avere le carte in regola, al momento, per garantire la manifestazione che dovrebbe essere, invece, organizzata dall’amministrazione comunale con l’assessore agli eventi e al turismo Roberto Apicella.

About Author