30 Maggio 2024

AGROPOLI, ROBERTA ORICCHIO: “SINDACO SE NON CHIUDI LE SCUOLE SARA’ UNA STRAGE”

Sindaco Adamo Coppola 10 nuovi positivi ieri, 8 oggi e qui ancora si gioca con la vita di bambini, ragazzi, docenti e personale scolastico! Se si continua così (ed io spero fortissimamente di no) sarà una “strage” di contagiati! Quanti altri rischi ancora devono correre i nostri figli, noi stessi con le nostre famiglie, i docenti ed il personale scolastico prima che si chiudano le scuole e si ritorni alla DaD? Il virus non nasce a scuola ma a scuola entra e si diffonde e da lì raggiunge le nostre case, i nostri ambienti di lavoro, le attività commerciali. Nonostante tutte le difficoltà, la scuola è sempre stato l’unico settore a non fermarsi mai durante questo lunghissimo e durissimo anno. Mia madre insegna al Liceo Fonseca a Napoli e posso testimoniare che le lezioni non si sono mai fermate, che c’è stato grande impegno sia da parte sua che dei suoi studenti e dei suoi colleghi.

Siamo nel 2021 e la tecnologia è parte integrante delle nostre vite quotidiane; perché non può essere un’utile strumento di apprendimento oltre che di svago? Io davvero non riesco a capire tanta ostilità contro la DaD, soprattutto da parte di chi ha fatto addirittura ricorso al TAR per far riaprire le scuole e diventando, così, “corresponsabile morale” insieme al TAR dell’esposizione collettiva al rischio Coronavirus. Almeno lei, sindaco, non si renda parte di questa responsabilità. Sta gestendo in maniera egregia l’emergenza Coronavirus fin dal primo giorno e tutti noi abbiamo fatto la nostra parte nel nostro piccolo. Adesso c’è bisogno di un sacrificio in più ancora una volta e prima di tutti da parte delle istituzioni. Abbiamo bisogno di sicurezza e di stabilità, di proteggerci dal Coronavirus e di poterlo fare con tutti i mezzi che abbiamo a disposizione, DaD compresa. Mi rimetto al senso di responsabilità che la sua carica comporta e che deve guidarla alle decisioni collettivamente più opportune anche quando sono difficili, scomode o non accontentano tutti. Cos’è più opportuno? Proteggerci dal contagio o esporci ad ulteriori rischi?

About Author