21 Luglio 2024

AGROPOLI, SCONTRO TOTALE SUL CARNEVALE AMMINISTRAZIONE ALLE STRETTE SI DEVE ELEMINARE LA BIFORCAZIONE INTANTO VA RECUPERATA PIAZZA VITTORIO VENETO/VIDEO

Il sindaco Mutalipassi, l’assessore Apicella e il presidente del consiglio comunale Franco Di Biasi questa mattina hanno incontrato una delegazione di commercianti del centro e dei carristi. Sul tavolo la polemiche dell’esclusione dal centro di piazza Vittorio Veneto già molto penalizzata dalle chiusure insistenti ormai da tempo e dalla mancanza di proposte. Carfnevale rappresenta una boccata di ossigeno per il settore del commercio di “Miezz u cumun” ormai quasi completamente isolato con negozi chiusi, altri in stand by, altri ancora ad aspettare tempi migliori. la composizione urbana ormai si è spostata per cui bisogna fare nuovi progetti per cercare di valorizzare  piazza Vittorio Veneto e corso garibaldi con via Mazzini. La movida era rimasto l’ultimo baluardo per salvare tutto ma l’amministrazione ha voluto distruggerlo aggredendo i commercianti e gli operatori turistici con orari ristretti e marcature strette da parte dei vigili urbani i quali hanno sanzionato anche pe un minuto di musuca in più.

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 6 persone e persone che studiano
Un momento dell’incontro di questa mattina al comune

 

C’è anche da dire un’altra cosa per non essere ipocriti, la presenza dei rom nella movida ha costretto a ridimensionare gli operatori fino a farli chiudere perchè la sicurezza non pare sia stata garantita. Ora si elimina anche il carnevale dal centro di Agropoli e si finisce per uccidere l’economia di un centro ormai ex. Il percorso disegnato dal comandante dei vigili urbani è giusto e regolare, non può fare altro, non ha altra scelta, al centro non si può andare. L’amministrazione comunale deve avere il coraggio di riaprire viale Europa, eliminare la biforcazione e decretare finito l’esperimento e così tutti felici e contenti. Il carnevale passa regolarmente, la biforcazione rimane un esperimento da ripetere in un’altra zona della città e si ripristina almeno in parte lo stato dei luoghi e nel contempo si trovano soluzioni per far entrare nel centro cittadino le persone come chiudere anche via Piave togliendo quell’inutile giravolta, eliminare gli scivoli, gli alberi, pavimentarla e restituirla alla collettività. Stare fermi senza nessuna proposta e con il centro di Agropoli sempre più vuoto non giova a nessuno. Avviare anche una serie di esperimenti per cercare di trovare la quadratura del cerchio e ridare vivibilità a piazza Vittorio Veneto e corso garibaldi con Via Mazzini a cominciare anche da un nuovo piano commerciale che spazzi via gli orientali gli unici però che garantiscono i fitti ai proprietari dei locali. Chiudersi nel municipio e avvantanggiarsi solo di brogli elettorali e sentenze comprate fa crescere l’acredine, operare anche sbagliando ma operare è segno di buona volontà ma anche di risposte concrete ai cittadini. Stare fermi al palo è da amministratori pochi lungiminanti e forse impegnati in altre faccende di interessi personali. Sergio Vessicchio

https://www.youtube.com/watch?v=0yHb3M9E03Q

About Author