L’ennesimo fallimento, l’ennesima vergogna per una città che non merita questi affronti, non merita queste offese, non merita questo. Doveva esser la notte blu, la data era anche giusta, la gente l’ha ribattezzata la vergogna blu, la morte blu, la schifezza blu. I social sono inondati di critiche all’amministrazione e specificamente al sindaco faccia gialla. Era diventato il mercato del giovedì con bancarelle e vendite varie e solo grazie all’intervento dei vigili urbani si è evitato almeno lo scempio delle bancarelle già pronte dal pomeriggio a invadere la strada e lo avevamo annunciato all’assessore al turismo il pomeriggio attraverso watsupp ma come al solito aveva negato e dato una versione dei fatti personale per niente conciliante di chiusura frontale e non inerente alla realtà. E la figura di merda fatta da Agropoli è troppo evidente autorizzata da un sindaco incapace, irresponsabile e senza coscienza il quale in un sfogo pubblico e davanti a più persone ha scaricato la colpa sulla guardia di finanza e sui carabinieri, rei a suo avviso, di aver boicottato la manifestazione.

Alla fine la colpa, secondo questo pseudo sindaco abusivo la cui elezione è piena di dubbi e di imbrogli, è dei carabinieri e della guardia di finanza. Sanno solo scaricare colpe sugli altri senza fare minimatamene un mea culpa da renderli quanto meno umili. Sono arroganti, presuntuosi, pieni di boria e portavoce di un sistema marcio e fraudolento in vigore al comune. Ci chiediamo il funzionario al commercio Cervinara dov’era dopo quello schifo in vigore per tutta l’estate durante la quale ha consentito con mercati e mercati, banche e bancarelle, vendite strane in ogni luogo della città.

La notte blu ma quale, uno schifo mai visto e la nostra passeggiata si è trasformata in un coro di proteste da parte della gente delusa e amareggiata dall’ennesimo flop, senza attrazioni e con improvvisati balli e con gli abusivi pronti ad aprire baracca e burattini e smerciare la solita merce, con il tiro a segno e lo schifo che si porta dietro. Il sindaco è il responsabile unico di questa vergogna perchè non ha minimamente controllato il lavoro del suo assessore Apicella altrimenti avrebbe negato la manifestazione vista la proposta vuota, inopportuna e senza clamori. I vigili urbani si sono accorti dell’annunciato flop e hanno dato l’ok solo per non farsi sentire dire che poi avrebbero impedito la notte blu per motivi politici, ad Agropoli si è arrivati a questo e con solo 6 ufficiale non hanno potuto controllare il tutto ma hanno fatto il grosso cacciando le bancarelle che poi fisicamente sono rimaste li come obbrobri e come si può vedere dalle foto. La giunta comunale è responsabile, dovevano sapere cosa il loro collega Apicella aveva preparato(niente ma solo improvvisazione) e impedire o arricchire la proposta. E invece lo hanno mandato allo sbaraglio ancora una volta, lo hanno lasciato solo perché lo ritengono incapace e confusionario per far scaricare su di lui le colpe del fallimento estivo mentre poi autorizzano i babà della pro loco pezzotta (qualcuno ci mangia insieme ai responsabili ) e fanno passare le proposte (mangiatorie) dal suo assessorato mentre mettendogli sotto le delibere da portare in giunta, potremmo fare molti esempi.

Nessun esponente della giunta municipale tranne Apicella e faccia gialla erano nella notte blu. Ne hanno preso tutti le distanze, farlo capire ad Apicella sarebbe un’impresa perchè troverebbe il modo di contraddire e negare come fa sempre anche su questo. Mai vista una persona che nega l’evidenza come Apicella, a forse si Massimiliano Allegri allenatore della Juventus il quale vive sulle fake delle conferenze stampa. Apicella capro espiatorio del fallimento di Mutalipassi? La gente mica è scema, il colpevole è più di uno, è il sindaco, è la giunta, è l’amministrazione tutta, l’indecorosa serata della notte blu e tutto il fallimento estivo e amministrativo hanno dei responsabili ben precisi, sindaco su tutti, poi giunta e amministrazione. La passeggiata solitaria del sindaco faccia gialla nella strada della notte blu la dice lunga, nessuno si avvicinava tranne una familiare, ormai lo schifano quasi tutti, per i suoi comportamenti, per come sa prendere per culo la gente, per i suoi fallimenti amministrativi e per come sta sfasciando Agropoli. Una nota positiva però c’è, la chiusura ha favorito la passeggiata serale con la gente che era andata a dimostrazione del fatto che in estate il lungomare va chiuso. Il faccia gialla dia una prova di orgoglio e di serietà, dimostri che i suoi comportamenti sono senza malizia e si dimetta, se ne vada, liberi la città da questo malcostume, da questa incompetenza, vada dal prefetto e consegni le chiavi di una città sull’orlo del baratro, dello sfinimento. Ma è faccia gialla, nato per prendere per culo la gente., tranne ad una persona, a chi firma questo articolo. A noi non ci prende per fessi, lo abbiamo sgamato. Sergio Vessicchio

Di admin

Sergio Vessicchio blogger, youtuber, social media manager attivo per stampa televisiva, carta stampata, siti web, opinionista televisivo, presentatore, conduttore.

//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: