22 Luglio 2024

AGROPOLI,AFFAIRE LANDOLFI QUESTA VOLTA LO ARRESTANO

 UNA INDAGINE A 360 GRADI DELLA PROCURA DELLA REPUBBLICA STA VERIFICANDO LA LEGIMITA’ DELL’OPERAZIONE, ASCOLTATI DAI PM CONSIGLIERI COMUNALI E CITTADINI, PARTONO I RICORSI AGLI AVVOCATI

Anche questa volta stanno scherzando con il fuoco e abituati a farla franca vanno spediti per la lorio strada diffamatoria verso Agropoli. Stanno portando la città allo stremo, il commercio lo hanno completamente distrutto e ora l’unico polmone di parcheggio libero viene fatto a pagamento. Quel parcheggio nacque da un esigenza chiara liberare la città dal traffico e dare un parcheggio per residenti, turisti e coloro che ancora vengono al centro per fare compere. Per ottenere quello spazio franco Alfieri strappò alla città un campo sportivo storico dove c’era la leggenda calcistica di Agropoli, mise  in cantina le gesta di migliaia di agropolesi e lo trasformò in parcheggio. Furono tutti d’accordo, la città reagì positivamente e a distanza di oltre 15 anni Mutalipassi lo trasforma in area a pagamento. Una ingiustizia notevole a questo punto era meglio trasformarlo nuovamente in campo sportivo attrezzato. Da quando è chiuso il campo sportivo Landolfi Agropoli non ha dato nessun calciatore al calcio professionistico. Vabbè questo è un dettaglio e serve a poco o niente. Per 3 giorni hanno bloccato il traffico nel mese di agosto per fare strisce e mettere in pratica le sbarre ma questo parcheggio a pagamento rimarrà vuoto.

 

 

 

 

La procura della repubblica ha aperto un fascicolo per verificare la legittimità dell’operazione la quale sembra non essere in sintonia con le norme. Un abuso di potere chiarissimo da parte del sindaco il quale da assessore al bilancio aveva trasformato il porto in un lungomare e parcheggio e ora da sindaco sta cercando di capitalizzare tutte le aree per fare parcheggi a pagamento. Il risultato che alle 23,000 la sera i tavolini dei bar che gli altri anni aggiungevano spazio e gente fino alle 3 di notte sono praticamente vuoti, la piazza un deserto con gente fino alle 22,30. In pratica le persone e i turisti pagano una sola ora e poi se ne vanno e Agropoli si svuota. Ieri sera il centro storico era come in Inverno, locali vuoti e pizzerie chiuse alle 23.00. Di peggio il giorno, la gente va alle mattine a fare spesa impossibilitata a fare  compere in piazza e se si considera che nel corso Garibaldi e via Mazzini ci sono 11 negozi di cinesi e bangladesi la situazione è totalmente collassata. Senza il piano commerciale è una giungla e Agropoli, la bella Agropoli arretra e la colpa è dei politici scarsi, vergognosi e privi di senso di appartenenza. Sono li per i loro interessi personali e ad Agropoli non pensano. Il parcheggio a pagamento del Landolfi non ha i crismi della regolarità, non si sposa con le richieste il sindaco si farà male molto male e la magistratura andrà avanti. Ormai è un uomo senza alcuna dignità, portato a scopino dalla moglie che lo tiene come un cagnolino al guinzaglio, sotto i ricatti dei consiglieri comunali e pronto a dare man forte ai babà come Atleticà e babà natale ma anche come bancarelle sul lungomare e posti barca e tanto tanto altro. I carabinieri su indicazione della procura della repubblica di Vallo della Lucania hanno già ascoltato alcuni consiglieri comunali e cittadini. Lavoro dei magistrati dovrebbe essere la coscienza di chi amministra la città a non arrivare a certe scelte. Questi non hanno il senso dell’appartenenza della crescita e del miglioramento. Questi pensono solo ai cazzi loro costi quel che costi. Ma la colpa purtroppo è di chi li ha votati. Sergio Vessicchio

About Author