28 Maggio 2024

AGROPOLI,ELVIRA SERRA E GERARDO SANTOSUOSSO ASCOLTATI DALLA PROCURA ANTIMAFIA

Il cerchio si stringe intorno al vertice del comune di Agropoli.Dopo le perquisizioni delle settimane scorse e dopo il clamore che ha comportato la presenza di Alfieri e Coppola nel registro degli indagati la procura ha convocato come persone informate dei fatti e non come indagati l’ex vice sindaco Elvira Serra defenestrata nel marzo scorso e l’attuale assessore Gerardo Santosuosso.[the_ad id=”91115″]

 

Il pm Montemurro che guida le indagini ha voluto fare delle domande ai due esponenti politici agropolesi sul cui contenuto,però,non trapela niente al momento. Ieri la procura aveva convocato anche Dario Vassallo il fratello di Dario Vassallo non si sa per quale motivo specifico.Non emerge ancora la strategia  della DDA sta di fatto che in questo filone sono emerse varie figure come quella di De Rosa anche lui iscritto nel registro degli indagati,del’ex vice sindaco di Albanella Mirarchi arrestato durante la perquisizione a casa sua per la presenza di una pistola con la matricola abrasa non denunciata.Ora l’interrogatorio alla Serra e a Santosuosso.Dove vogliono parare i magistrati?Quali sono i reali obiettivi? La lunga lista dei capi di imputazione ad Alfieri e a Coppola,nonostante i diretti interessati minimizzino,non lasciano tranquilla una città anche perchè,come si nota,l’inchiesta non si ferma,Dove porterà?Il dubbio amletico pesa anche sull’andamento,anzi andazzo,dell’amministrazione che ha,di fatto,bloccato tutte le attività possibili e la città è totalmente ferma in balia degli sciacalli.Sono in agguato automoblisti,motociclisi,abusivi del commercio,gente di poco conto che si spaccia per presidenti di associazioni turistiche,movimentisti da quattro soldi e chi più ne ha più ne metta.L’amministrazione è ferma ma la città è finita in un vortice delinquenziale pauroso per il quale la stessa reggenza amministrativa non può fare niente.

 

La misura è colma e il vuoto amministrativo è solo un aspetto,la crisi di Agropoli appartiene in special modo ai cittadini carnefici e vittime del degrado sociale in cui è finita.Non ci sono regole e quelle poche che ci sono nessuno li rispetta.Una città allo sbando e con il fiato dell’antimafia sul collo.Il momento è nero alla vigilia dell’ennesima estate di caos e di disordine. Siamo certi che i delinquenti non sono al municipio e sapranno dimostrare la loro innocenza davanti alle istituzioni predisposte che stanno comunque facendo un lavoro molto utile alla città di Agropoli con le loro giuste e necesarie inchieste vista la morsa in cui si trova la capitale del Cilento e i motivi sono noti.A questo punto,viste le premesse,meglio affidare tutto al prefetto e far nominare il commissario.La giunta,il consiglio comunale,le opposizioni non servono.E’ una classe politica scarsa,da mettere da parte.E’ una stagione politica fallimentare da rinnovare.Avremmo piacere però di ricrederci.Per favore fateci ricredere.SergioVessicchio

 

 

 

WWW.CANALECINQUETV.IT

 

About Author