30 Maggio 2024

AGROPOLI,GABBIANO REALE SALVATO DURANTE IL MALTEMPO

E’ lungo 55  centimetri  forse qualcosa in più, per 30 un vero e proprio esemplare di cui mai si era vista la presenza in zona nonostante i cieli e le coste agropolesi vengono presi d’assalto dai gabbiani. L’altra sera, durante il maltempo un forte rumore ha scosso i residenti tra vacanzieri e locali di un parco a ridosso della foce Testene. Questo Gabbiano era rimasto vittima di una collisione con i muri ed era finito sulle scale. Il colore faceva pensare ad un cucciolo da lontano e invece  era molto grande, stranamente grande. Uno dei turisti ha subito chiamato i carabinieri per avere l’ufficio veterinario, presto fatto in pochi minuti è arrivata la dottoressa Stella Carola la quale ha imbracato l’uccello di mare e con l’ambulanza è stato portato in un ospedale di Napoli dove si trova ora in convalescenze e pronto a volare. Un autentico esemplare, in Italia sedentaria e nidificante, le sue popolazioni più importanti abitano Sardegna, Sicilia, isole minori e coste dell’Alto Adriatico, in Campania solitamente non si trova. Forse il lavoro del parco nazionale o chissà per quale avventura il gabbiano reale si è trovato nella splendida Agropoli. La veterinaria ha ringraziato l’uomo che ha lanciato l’allarme

In Italia si rinvengono tre di queste nuove specie: il g. reale mediterraneo (Larus michahellis) molto comune, nidificante e stanziale; il g. reale nordico (che ha mantenuto il nome originario Larus argentatus) e il g. del Caspio (Larus cachinnans), ambedue migratori e svernanti regolari.

About Author