17 Giugno 2024

AGROPOLI,PER LA TENUTA DELLA LANDOLFI NASCE UN COMITATO “SCUOLA SICURA”.IL SINDACO PERO’ RASSICURA : “E’ TUTTO OK”

                       Comitato “SCUOLE SICURE” Comunicato stampa

In data 22 agosto 2018 si è costituito un comitato spontaneo di genitori denominato “Scuola sicura”. Il comitato ha come obiettivo quello di far conoscere e, ove possibile, trovare soluzione alle varie problematiche relative al plesso scolastico “Gino Landolfi”. Già in data 13 gennaio 2018, presso l’aula consiliare del Comune di Agropoli, aveva avuto luogo un incontro – confronto tra il primo cittadino Adamo Coppola, la dirigente scolastica dott.ssa Anna Vassallo, l’assessore all’edilizia scolastica Gerardo Santosuosso e il presidente del consiglio comunale Massimo La Porta, con un nutrito gruppo di genitori e rappresentanti di classe dell’istituto scolastico “Gino Landolfi “, avente ad oggetto le condizioni di agibilità, sicurezza e funzionalità del plesso. A seguito di tale incontro, si decise, di comune accordo, di attendere gli esiti delle valutazioni tecniche che sarebbero risultate dalle analisi in corso sullo stato del plesso. La relazione tecnica elaborata dal consulente responsabile di tali analisi, ing. Niggio Bonadies, relativa alla valutazione della sicurezza e della vulnerabilità sismica del plesso scolastico, riporta le seguenti conclusioni: “(…) 1) l’edificio dal punto di vista della resistenza ai carichi verticali (statici) in assenza di sisma si può considerare globalmente verificato; 2) le verifiche antisismiche non sono soddisfatte, perchè: – i materiali sono scadenti; – l’edificio non è concepito per resistere alle azioni sismiche relative alla zona sismica 3. L’edificio in esame necessita di importanti interventi strutturali di messa in sicurezza rispetto all’azione sismica che devono essere volti a correggere in termini di rigidezza e resistenza mediante il rinforzo di elementi resistenti e/o l’inserimenti di elementi aggiuntivi. (…) Concludendo quindi, a seguito degli interventi previsti l’edificio potrà pertanto definirsi antisismico nel rispetto della normativa con indubbi vantaggi di sicurezza sociale”.

Presa visone di tale relazione, il costituito comitato “Scuola sicura” ha richiesto un nuovo confronto con le istituzioni responsabili, al fine di verificare le possibili soluzioni in termini di sicurezza o di organizzazione alternativa a breve termine, al fine di prevedere la fruizione scolastica nella massima sicurezza per gli alunni, gli insegnanti e tutti i lavoratori del plesso scolastico “Gino Landolfi”.

Dopo due incontri presso il Comune di Agropoli con il Sindaco, prima, e poi anche alla presenza del tecnico responsabile degli esami e della relazione, il primo cittadino ci ha confermato l’intenzione di autorizzare il regolare inizio delle attività scolastiche il 12 settembre, come da calendario regionale. Purtroppo però non riteniamo soddisfacenti le risposte alle nostre domande e non del tutto ingiustificate le preoccupazioni crescenti circa la sicurezza del plesso scolastico. In merito all’adeguamento sismico l’amministrazione attenderà l’eventuale finanziamento ministeriale, con tempi assolutamente incerti circa la realizzazione dei necessari lavori. Considerata l’importanza sociale dell’argomento e la necessità di condividere con tutti i genitori l’argomento ‘scuola sicura’, prevenendo situazioni di pericolo per inadempienze e scarsa attenzione generale, il costituito comitato di genitori, a questo punto, invita alla partecipazione attiva e alla presa di coscienza generale da parte di tutti coloro che, genitori e non, ritengano l’argomento scuola una priorità, al fine di verificare ed approntare insieme le azioni più opportune da intraprendere. Per tale motivo si sta immaginando di organizzare una riunione aperta per lunedì prossimo, 3 settembre, di cui si comunicherà luogo e data. Agropoli 31 agosto 2018

I portavoce del Comitato “Scuola Sicura” Avv. Francesco Barone Dott.ssa Annarita Spira

IL SINDACO COPPOLA RASSICURA TUTTI:

Tutte le verifiche effettuate sulle strutture scolastiche comunali hanno accertato che le stesse rispettano i criteri di staticità strutturale, come richiesto dalle normative vigenti. Esiste certamente una questione legata alla sismicità (che riguarda la maggioranza delle scuole italiane e dei fabbricati pubblici e privati) e per questo ci siamo prontamente attivati per richiedere al Miur i fondi utili per l’adeguamento. Nel frattempo, essendo Agropoli a rischio sismico 3, quindi un rischio molto basso, la legge non ravvisa la necessità di chiudere le scuole. Vorrei ricordare che il livello di sicurezza non si misura in base dall’ansia delle persone, ma da leggi dello Stato che noi rispettiamo regolarmente. E poi rispetto allo scorso anno, quando le scuole sono state aperte regolarmente non è cambiato nulla, ma intanto ci siamo preoccupati di chiedere i fondi utili ad adeguare le strutture, anche dal punto di vista sismico. Infine, voglio fare appello alla sensibilità delle persone affinché non si creino allarmismi inutili. Sono interessato in prima persona come genitore e poi come primo cittadino e mai mi sognerei di mettere a repentaglio la vita dei miei figli e dei miei concittadini qualora ravvissassi anche il minimo potenziale rischio”.

About Author