24 Aprile 2024

AGROPOLI,TEATRO E CINEMA NUMERI FOLLI E SI PUNTA A FARE MEGLIO

Bilancio positivo per il secondo anno di gestione comunale del CineTeatro “E. De Filippo” di Agropoli. Diverse le novità per il 2024 

Si è tenuta questa mattina nel foyer del CineTeatro “De Filippo” di Agropoli la conferenza stampa per presentare il resoconto della gestione comunale della struttura per l’anno 2023. Sono intervenuti: il Sindaco della città di Agropoli, Dott. Roberto Mutalipassi e il consigliere comunale delegato alla cultura, Franco Crispino. Hanno relazionato: il funzionario dell’Area 1 – Cultura, dott. Giuseppe Capozzolo; il direttore artistico, Pierluigi Iorio; il responsabile di Mekanè (gestore servizi cinematografici), Attilio Rossi. Dopo il primo, si chiude con il segno più anche il secondo anno di gestione comunale del Cineteatro di via Taverne. Ricco il cartellone delle proposte messe in campo sia per il teatro che per il cinema che hanno fatto registrare un ottimo riscontro da parte del pubblico, in costante crescita. 

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 5 persone e testo

E’ sempre maggiore l’apprezzamento per le proposte dello spettacolo dal vivo. La settima stagione teatrale (dicembre 2022 – marzo 2023), con 9 spettacoli (di cui uno fuori abbonamento); l’ottava stagione (novembre 2023 – aprile 2024) con 10 spettacoli (con due fuori abbonamento). Diversi sold out registrati nella stagione numero sette; già tre spettacoli con il medesimo risultato per il cartellone 2023 – 2024 ed altri con platea che è andata molto vicina al limite dei posti disponibili. Gli abbonamenti della nuova stagione hanno fatto registrare una impennata significativa con tanti nuovi utenti e la conferma dei fedelissimi, sempre più appassionati e entusiasti di assistere agli spettacoli dal vivo proposti. Venendo ai numeri: sono stati complessivamente oltre 23.000 in totale gli spettatori. Tale numero include gli 11 spettacoli teatrali, gli 8 spettacoli della rassegna di teatro amatoriale, gli altri 9 spettacoli (concessi dietro canone) di teatro e musica, le matinée per le scuole, convegni, eventi comunali, saggi e concerti.  

 

Per quanto riguarda il settore cinema gli spettatori da gennaio a dicembre 2023 sono stati 26.804 su un totale di 80 film proposti (nel 2022 furono 13.622 per 56 titoli proposti). Gli incassi per il 2023 sono stati pari a pari a 236.757,75 euro (includono incassi cinema, spettacoli teatrali e vari, saggi di danza, concessione bar, oltre incassi pubblicitari), mentre le spese sono state di 219.501,65 euro. Il saldo netto è di 17.256,10 euro.

 

Quest’anno, sulla scia dello scorso anno, verrà riproposta la rassegna di teatro amatoriale, che diventa un festival aperto a tutte le compagnie amatoriali/dilettantistiche della regione Campania. Avrà inizio dalla seconda settimana di aprile e alla fine della kermesse una giuria di esperti consegnerà due premi: uno al miglior spettacolo, dedicato a Vito Barone e un altro di migliore attore/attrice dedicato a Gino Landolfi. E poi ci sarà una assoluta novità: si tratta di “Aperture – nuovi percorsi teatrali”, con inizio dal 27 marzo 2024 che consisterà in spettacoli “di nicchia” dove lo spettatore sarà protagonista sul palcoscenico, a due passi dalla scena. Ad andare in scena saranno compagnie indipendenti con spettacoli che sapranno conquistare il pubblico, anche grazie alle particolari modalità di fruizione.   

«Sono state quasi 50.000 – afferma il sindaco Roberto Mutalipassi – le presenze al Cineteatro “De Filippo” tra cinema, teatro e le altre attività collaterali che si sono svolte all’interno della struttura comunale nel corso del 2023. Dati che dimostrano una vivacità e una dinamicità che sono motivo di grande soddisfazione. Una crescita importante rispetto al 2022 con dati che sono letteralmente raddoppiati dimostrando un sempre maggiore apprezzamento rispetto alle proposte. Un polo culturale, sempre più riferimento del comprensorio cilentano e non solo, che si arricchirà di attività nell’anno in corso che sapranno creare certamente ulteriori meccanismi virtuosi che accattiveranno ancora maggiore utenza. Un lavoro sinergico tra Amministrazione comunale, direzione artistica e gestione cinematografica che sta portando buoni frutti». 

«E’ motivo di vanto sapere che cresce l’apprezzamento per quanto viene messo in campo nel campo della cultura. Il Cineteatro si dimostra di anno in anno un contenitore privilegiato per creare momenti di socializzazione e riflessione. Una palestra di emozioni che arricchisce l’anima, la quale negli anni è riuscita ad imporsi all’attenzione di residenti e non, catturandone la curiosità. Il teatro, da sconosciuto ai più, vista la mancanza di strutture nella zona prima della nascita del “De Filippo” si è ritagliato una fetta importante nel cuore delle persone tanto da divenire parte integrante delle stesse che seguono con grande trasporto gli spettacoli proposti che vedono susseguirsi nella struttura agropolese attori ed attrici di fama nazionale. Il cinema poi, al pari delle sale delle grandi città, propone titoli di successo che attraggono giovani e meno giovani» è il commento di Francesco Crispino, consigliere delegato alla Cultura.  

Il presidente del Consiglio comunale Franco Di Biasi ha voluto evidenziare la scelta coraggiosa compiuta dieci anni fa nella costruzione del Cineteatro, proprio perché si è voluto investire sulla cultura e la valenza sociale che lo stesso assume. Sulla scia anche la consigliera Elvira Serra che si è detta ammirata rispetto a chi ha proseguito il progetto, che si è dimostrato valido, con coraggio e forza. 

«Per il secondo anno consecutivo – evidenzia Giuseppe Capozzolo, funzionario dell’Area 1 – Cultura – constatiamo il successo della gestione comunale. Numeri positivi in termini economici e un variegato ventaglio di proposte per teatro e cinema che porta ad attrarre sempre più utenti verso il Cineteatro “De Filippo”, che si rivela sempre più un riferimento a sud di Salerno. Lo si denota dal raddoppio in termini di spettatori per quanto riguarda le proposte cinematografiche rispetto al 2022; il settore teatro che, con l’intero indotto, ha fatto registrare oltre 23.000 presenze e più volte il “tutto esaurito” per gli spettacoli del 2023, con le prime proposte del 2024 che sono andate molto bene. Segno della validità dell’offerta, che porta le persone a scegliere sempre più convintamente Agropoli. Sono certo che la struttura, proseguendo sul cammino virtuoso intrapreso, potrà dare nel prossimo futuro ancora maggiori soddisfazioni». 

Queste le parole del direttore artistico Pierluigi Iorio: «Il 2024 è un anno importante per il “De Filippo”: festeggiamo i nostri primi dieci anni di attività, con una crescita costante di pubblico e gradimento; lo facciamo con una serie di eventi che prepariamo da tempo, come la prossima stagione teatrale con Teatro Pubblico. La novità è rappresentata dalla stagione Aperture – nuovi percorsi teatrali, nella quale diamo spazio a formazioni e tematiche molto interessanti, e meno frequentate. Continuiamo con la rassegna amatoriale che quest’anno diventa un Festival. Diamo spazio a nuove proposte editoriali nel nostro foyer. E stiamo organizzando una serata di gala per i nostri primi dieci anni. Il De Filippo è uno spazio decisamente vivo». 

«Siamo contenti – sottolinea Attilio Rossi, gestore dei servizi cinematografici – di essere riusciti a fare numeri importanti che sono frutto di un lavoro costante e puntuale. Inoltre con la multiprogrammazione riusciamo a offrire nello stesso giorno diverse tipologie di titoli, tra commerciale, animazione, manga e film d’essai raccogliendo varie fasce di età e diversi gusti. Spesso poi proponiamo titoli che non hanno neppure i multisala e questo riversa il pubblico solo da noi, così come presentiamo i film più importanti alle scuole. E ancora, è capitato – quando ovviamente questo è possibile – di accontentare richieste specifiche ad orari particolari raccogliendo diversi gruppi di persone. Insomma, si cerca di essere sempre al servizio della gente e questo viene premiato. A breve inizieremo un format che prevederà la conoscenza del film – regista, attori e quant’altro – prima che il pubblico arrivi in sala a vederlo. Una novità che darà consapevolezza all’utente su ciò che vedrà. Siamo convinti che sarà apprezzato così come siamo certi che nel 2024 il risultato sarà ancora migliore rispetto al 2023. Con l’impegno e la passione nulla è impossibile».

 

About Author