28 Maggio 2024

BASKET AGROPOLI,ORA FUORI L’ORGOGLIO C’E’ DA DIFENDERE LA SERIE A

Troppe 6 sconfitte consecutive.Agropoli registra questo trend negativo e molto pericoloso che potrebbe essere fatale alla formazione di Finelli entrata in un vortice dal quale non riesce ad uscire.Dal punto di vista numerico ci sono milioni di possibilità di salvezza ma è l’aspetto psicologico ormai a pendere come un macigno sul capo dei delfini ormai abbandonati al proprio destino senza il loro catino quel palazzetto Di Concilio diventato il palcoscenico dei traguardi e del grande campionato dello scorso anno.L’elegante struttura di Torchiara per quanto può essere regale e degna di confort rappresenta il nemico numero 1 per questi giocatori bravi e all’altezza ma decisamente senza il calore del pubblico ormai diventato esiguo e quasi rassegnato. Ed è la rassegnazione che non deve essere trasmessa ai cestisti solitamente coccolati ed esaltati ma quest’anno distaccati dalla gente e sappiamo tutti quanto sa trasmettere il pubblico agropolese quando decide di fare tutt’uno con gli atleti come è successo nel calcio.Non si commetta l’errore di dare l’esclusività delle colpe al palazzetto torchiarese.La logistica fa il suo,la squadra si allena ad Agropoli e gioca a Torchiara,non ha l’entusiasmo del primo anno della serie A2 e ha perso la sostanza quella sostanza rappresentata da una continuità di progetto vincente portato avanti negli ultimi anni quando la formazione cilentana ha costruito il percorso vincente grazie a intese vincenti. Quest’anno c’è una nuova società che regge e alla quale va dato il tempo di lavorare e organizzarsi,c’è un nuovo coach che ha raccolto un’eredità onerosa e difficile. E’ tutto cambiato,c’è bisogno di tempo e di impegno da parte di tutti e magari anche dell’inizio dei lavori del palazzetto dello sport che potrebbe riaccendere l’entusiasmo sopito e dare la spinta giusta alla squadra.Non sfugga un altro particolare.Da tempo abbiamo sostenuto che la presenza della Cilento Basket dava una spinta notevole con al concorrenza che riusciva a fare,come è scomparsa perchè ha venduto il titolo il basket Agropoli ha perso quel pepe sulla coda che è stato poi uno dei tanti motivi degli ultimi successi.Tuttavia il difficile momento deve aiutare a crescere e a far maturare un pubblico e un’ambiente abituato ultimamente molto bene e che non può e non deve sfaldarsi alle prime difficoltà anzi proprio ora non bisogna abbondare la squadra e i protagonisti della grande scalata alla serie A2 dove Agropoli è presente con ampie possibilità di salvezza.Per cui ora la squadra,la società e la città devono giocarsi tutte le chance a disposizione e fare tutti la propria parte.Il sindaco e l’amministrazione devono far subito partire il progetto per il palazzetto dello sport,la società deve garantire la compattezza e la forza,il coach deve essere all’altezza della sua fama perchè è bravo ma sta commettendo anche lui degli errori e i giocatori devono fare la loro necessaria e indispensabile parte perchè non stanno giocando secondo le loro possibilità.I due americani sono in vacanza e vanno scossi  e il resto del gruppo ne risente.Il pubblico non deve abbandonare proprio ora. Domenica arriva Treviglio,si gioca a Torchiara,Agropoli deve ridiventare tutt’uno,pubblico,giocatori e dirigenza. La serie A è troppo preziosa,è arrivata dopo 50 anni e va difesa.Torniamo ad essere Agropoli nel vero senso della parola,con la tradizione,i colori e la tenacia di questo popolo. Fuori l’orgoglio adesso,subito.Sergio Vessicchio

About Author