14 Giugno 2024

BATTIPAGLIA, PER LE ELEZIONI PROVINCIALI NELLA PIU’ TOTALE CONFUSIONE

Si svolgeranno domenica 8 Gennaio, le votazioni per il rinnovo del consiglio provinciale ed in molte altre province italiane. L’orario del voto sarà dalle ore 8.00 alle ore 20.00. Nonostante manchino pochi giorni a tale data, si sta parlando pochissimo sui media, giornali e Tv di questa scadenza elettorale. Il motivo in realtà è piuttosto semplice: i cittadini non sono chiamati al voto perché banalmente non hanno più diritto di eleggere direttamente i propri rappresentanti nei Consigli Provinciali.Polemiche, notevoli, invece, attorno alle elezioni provinciali che vedranno il consiglio comunale di Battipaglia, dibattersi su un elemento che è davvero sconcertante. Due candidature, che spazzeranno forse via, dall’assetto politico provinciale, la rappresentanza di Battipaglia. 2 i candidati locali: Antonio Sagarese ed Angelo Cappelli. Due diverse posizioni politiche. Ma la stranezza è proprio questa. In una conferenza svoltasi lunedì 2 gennaio u.s., il sindaco/a, Francese, ha dato chiare e nette indicazioni di voto sul candidato Angelo Cappelli di FRATELLI D’ITALIA. Ragion per cui, i consiglieri comunali, tutti o quasi, (non crediamo all’adesione di Rivoluzione Cristiana) dovranno dare l’assenso a Cappelli. Lo stesso Candidato, in pratica,  che alle ultime amministrative sostenne le liste civiche di Ugo Tozzi, e che lo videro contrapposto, guarda caso, proprio alla Francese, che si aggiudicò il ballottaggio con Motta, proprio ai danni di Tozzi e dei suoi candidati. La storia recentissima, rimembra che al ballottaggio la Francese vinse con notevole scarto sul rivale e che non vi fu l’accordo o se si preferisce, l’apparentamento con lo stesso Tozzi, che a distanza di qualche settimana, divenne il Vice-sindaco senza posizione politica alcuna, rimanendo nella sua civicità. Qualcuno si è chiesto, cosa ha fatto scaturire alla Francese, la decisione  di sostenere Fratelli d’Italia e non un candidato che l’ha sostenuta sin dalla prima e che attualmente è Sindaco? Il candidato in questione, ovvero il pezzo forte della Francese, è Antonio Sagarese, punto di forza senza dubbio alcuno,  alle amministrative con Francese Sindaco, per la lista ETICA DEL BUON GOVERNO, e che è stato il primo eletto e punto notevole strategico e di sostegno dell’attuale sindaco. Anche nelle ultime riunioni consiliari, lo stesso Sagarese,  le ha consentito di mantenere il numero legale in assise. Ci si domanda, quindi, perché la Francese ha scelto Cappelli come indicazione politica e non la figura di Sagarese che l’ha sostenuta in tutte le battaglie, nel mentre Cappelli era un suo acerrimo rivale politico? Casi strani della politica? Quale accordo ha fatto scaturire questa decisione?  Sagarese, alle provinciali, è candidato in una lista civica, quale CITTADINI PER LA PROVINCIA e più di altri, ha notevoli chances di ambire ad uno scranno a palazzo S. Agostino.  Questo doppio gioco, o frantumazione all’interno del consiglio comunale, non gioverà alla politica futura cittadina. Tutto si sarebbe raccordato con una eventuale candidatura del/la sindaco/a e che avrebbe unito tutto e tutti, PD compreso, punto o codazzo strategico di questa amministrazione. Apostasia ideologica, oppure Apologia politica? La sentenza spetta ai posteri, ma le decisioni, vengono attuate al momento opportuno e Battipaglia, come spesso accade, non sa scegliere. Non v’è bisogno di prove! Giovanni Coscia

About Author