26 Maggio 2024

CIANFRONE INGUAIA L’AGROPOLI, 1-1 CON LA SCAFATESE

Il presidente dell’Agropoli alla fine della partita è andato via indispettito. Tanti sacrifici per vedere un pareggio regalato. Siamo chiari la Scafatese è una bella squadra, guidata bene, ordinata e in grado di vincere il campionato. Ha solo una punta però Malafronte e tutte mezze punte per questo motivo segna poco. L’Agropoli è un’armata con allenata a vanvera da uno sprovveduto. La partita è stata maschia, bella e piena di spunti e i giocatori di entrambe le squadre vanno promossi tutti perchè hanno dato vita ad un incontro molto piacevole. Nel primo tempo sembrava una partita di serie D, bene tutte e due anzi più l’Agropoli. Ma, ripetiamo, entrambe hanno dato vita ad un incontro molto piacevole. L’Agropoli passa in vantaggio con Margiotta ma arriva al tiro in più di una circostanza e forse poteva segnare ancora almeno in altre due circostanze. Bacio Terracino e Yebhoa con lo stesso Margiotta sono arrivati pericolosamente alla conclusione. Nell’Agropoli la formazione immaginata da Cianfrone, grazie anche alle nostre pressioni (clicca qua), non viene schierata e Bacio Terracina alto a sinistra e Agresta migliore in campo, sono le soluzioni giuste perchè il primo tempo dei delfini è da incorniciare.

Nel secondo tempo la Scafatese prende gamba, campo e coraggio e comincia a macinare gioco perchè nel frattempo Cianfrone da vita al suo pensiero, fuori Bacio Terracino e dentro Masocco, fuori Agresta e dentro Monzo proprio come voleva iniziare la partita. I canarini hanno cominciato a prendere d’assedio la retroguardia dell’Agropoli che ha retto benissimo grazie ad un sontuoso Pastore, un recuperato della Guardia, un eccezionale Matrone a sinistra e un redivivo Pollio giocatore del 2003 ma bravissimo e Cianfrone faceva giocare Guzzo mentre teneva questo ragazzo di personalità e forza con il quale può schierare la difesa a tre come dicevamo durante il girone di andata. Il centrocampo crolla perentoriamente senza Agresta. L’Agropoli colpisce il palo esterno con Yeboha, la squadra si sfilaccia e la formazione di Severo De Felice trova il meritato pareggio con Malafronte. I cambi di Cianfrone hanno mutilato la squadra. Fra l’altro aveva tolto anche Margiotta per far esordire Befi, i due possono giocare solo insieme. E Yebhoa confinato in esterna perde l’80% della sua forza. Ma far capire queste cose al professorino di corso Garibaldi è impresa ardua. Cianfrone sta massacrando l’Agropoli, dopo averla fatta uscire dalla Coppa Italia(oggi la finale trasmessa da canalecinquetv.it) successo del San Marzano), in tre mesi ha vinto solo una volta contro il Costa D’Amalfi facendo toccare il fondo alla squadra, ai giocatori, alla città oggi accorsa numerosissima allo stadio. Non bisogna perdere tempo, va subito esonerato. Sergio Vessicchio

LE PAGELLE

Pragliola 6 qualche uscita a farfalla per il resto ordinaria amministrazione.

Pollio 7 bravissimo, personalità forza, precisione, tenuta della posizione e diagonale regolare e anche un bel modo di scaricare il pallone. E questo calciatore è stato tenuto in panchina e tribuna per 6 mesi per far giocare Guzzo. Solo per questo motivo Cianfrone andrebbe rimosso subito. Ricordando che nello stesso ruolo c’è Trabelsi anche lui eccellente.

Matrone 7,imperioso, vederlo giocare è un piacere, forza fisica, attentissimo eccellente nella doppia fase. Giocatore di categoria superiore.

Pastore 7 Uno stantuffo ordinato, atletico, rognoso, difficile da superare, bello da vedere nello stile, elegante e pieno di agonismo. la sua partita è stata da incorniciare.

Della Guardia 7 e’ tornato ai suoi livelli, anche lui nella doppia fase eccelle, il lancio per Margiotta sul goal dell’Agropoli è una chicca.

Agresta 8 il migliore in campo di entrambe le squadre insieme a Lopetrone della Scafatese. Ha fatto la doppia fase con dimestichezza, anche nel fare la transizione è parso sereno e pronto. Lineare ha occupato gli spazi con l’esperienza che ha. Giocatore di categoria superiore.

Natiello 6,5 Non ha dato il suo solito contributo ma specialmente nel primo tempo ha fatto sentire la sua presenza con notevole personalità. Era in un ruolo sbagliato e si è visto.

Alba 6 solo a tratti ha fatto delle giocate accettabili ma nel contesto stona decisamente se si considerano gli elementi in rosa.

Margiotta 6,5 Il goal come al solito molto importante, si è mosso poco incapsulato neon non gioco dell’Agropoli di cui è la prima vittima e nonostante questo è lui che sta tenendo in piedi la baracca.

Yebhoa 5 gioca in un ruolo non suo e fa fatica a dare il suo apporto. Le colpe vabnno ricercate sulla panchina.

Bacio Terracino 6,5 Fino a quando è stato in campo la squadra era alta, reattiva e dinamica, la sua uscita per un centrocampista Masocco ha fatto abbassare il baricentro, il centerocampo non ha retto senza Agresta uscito anche lui e la Scafatese ha cominciato a pressare. farlo capire al professiorino di corso Garibaldi è molto difficile eppure è elementare.

About Author