24 Giugno 2024

LA SALERNITANA SFIORA IL COLPACCIO ALL’OLIMPICO 2-2

La Roma e la Salernitana danno vita a uno spettacolare 2-2 nella prima giornata di Serie A. All’Olimpico i giallorossi, orfani di Mou squalificato e guidati da Bruno Conti, iniziano la stagione col brivido e ritrovano Andrea Belotti che prima apre le marcature al 17′, poi regala il pareggio all’82’ dopo la doppietta spettacolare di Candreva tra primo e secondo tempo. Pareggio e un punto per parte, con i capitolini che escono dal campo tirando un sospiro di sollievo per il ko evitato contro una Salernitana in forma smagliante.

LA PARTITA

Con Mou squalificato e osservatore speciale dalla tribuna dell’Olimpico, i giallorossi scendono in campo col classico 3-5-2 che deve però fare i conti con tre defezioni eccellenti, gli squalificati Dybala e Pellegrini e il lungodegente Abraham. Attacco affidato quindi a Belotti ed El Shaarawy, supportati dal centrocampo con due novità dal mercato, con Kristensen a destra e Aouar al centro. Sousa lascia in panchina Dia e affida l’attacco a Botheim dal 1’, con Candreva e Kastanos sulla trequarti per cercare di impensierire la Roma. Campani che partono bene con un buon pressing sui giallorossi e col tentativo di un recupero di palla alto per non lasciare spazio ai padroni di casa, ma la Roma riesce a prendere subito le misure. Giro palla e attenzione portano infatti i giallorossi al gol all’8’, un urlo di gioia però strozzato dal VAR che annulla la rete per fuorigioco di Belotti che era stato bravo ad agganciare al volo di destro il lancio di Cristante e poi, di sinistro, a freddare Ochoa. Appuntamento col gol per il Gallo che viene rimandato solo di qualche minuto, perché al 17’ non c’è fuorigioco o altro che possa rovinare la festa: lancio di Llorente da metà campo, altro aggancio da applausi di Belotti che prende posizione su Fazio, salta Gyomber e di sinistro incrocia battendo Ochoa. Rete dell’1-0 che rompe il digiuno del numero 11 giallorosso che non segnava in campionato dalla tripletta all’Empoli del maggio 2022 con la maglia del Torino. Capitolini che, spinti dall’entusiasmo del vantaggio e dai tifosi presenti all’Olimpico che non hanno mai smesso di cantare, ci provano subito per il raddoppio con Smalling e Mancini, ma il britannico si fa murare il colpo di testa da Ochoa e il collega di reparto non riesce a ribadire in rete da pochi passi. Non si lascia invece pregare Candreva che al 36’ trova il pareggio: fa partire l’azione con Fazio, riceve lo scarico da Coulibaly e di destro, dopo aver disorientato Smalling, scarica potente verso la porta di Rui Patricio insaccando la palla sotto la traversa. Un gol da applausi per il centrocampista che è anima e cuore della Salernitana che riesce a resistere fino al duplice fischio di Feliciani portando l’1-1 all’intervallo.

In campo con gli stessi 22 che hanno concluso il primo tempo, la seconda frazione riparte con un clamoroso bis di Candreva che gela l’Olimpico dopo una manciata di minuti: servito sulla destra dall’apertura di Bradaric, l’87 dei campani stoppa di destro, rientra sul sinistro puntando Cristante e con un tiro a giro sopraffino trova il 2-1 che ammutolisce i tifosi giallorossi. Roma che quindi parte all’arrembaggio, con la Salernitana che si ricompatta per arginare gli attacchi dei capitolini. E Rapetti e Conti rivoluzionano la formazione con un poker di cambi al 20’ della ripresa, con Paredes, Renato Sanches, Zalewski e Karsdorp chiamati a dar spinta alla manovra giallorossa. Sousa risponde con Dia al posto di Mazzocchi per cercare la ripartenza in contropiede, ma la palla resta sempre in possesso della Roma. E al 77’ è El Shaarawy a rendersi pericolosissimo, col destro che impatta sul palo. Ma per i giallorossi è soltanto questione di minuti per trovare il gol del pari, con Belotti in stato di grazia: all’82’ Paredes da calcio d’angolo pesca al centro il Gallo che di testa mette tutta la forza e la rabbia sul pallone che termina la sua corsa alle spalle di Ochoa. Giallorossi che non si vogliono arrendere alla divisione della posta in palio, con attacchi fino al triplice fischio (con 6′ di recupero) che però non sortiscono l’effetto sperato.

LE PAGELLE

Llorente 6,5 – Il ritorno all’Olimpico per la seconda esperienza in giallorosso è ricco di spunti positivi per lo spagnolo che confeziona l’assist perfetto per il ritorno al gol di Belotti e poi, con sacrificio e tanta corsa, aiuta i suoi a difendere.
Belotti 7,5 – A Roma sembrava aver perso il feeling col gol tanto da portare i giallorossi a cercare in fretta e furia un’altra punta, ma il Gallo c’è. Doppietta e prime pagine per l’11 capitolino che riprende una Salernitana in forma smagliante all’Olimpico.

Fazio 5,5 – Quando Belotti ed El Shaarawy prendono posizione l’argentino viene annullato e non riesce a far valere i suoi centimetri. Sua la sbavatura sul gol del Gallo,
Candreva 7,5 – Anima, cuore e talento della Salernitana che di arrendersi all’Olimpico non ne ha voglia. La doppietta, prima di destro potente e poi col sinistro a giro, è l’ennesima prova del talento del centrocampista.

IL TABELLINO
ROMA-SALERNITANA 2-2
ROMA (3-5-2): Rui Patricio 6; Mancini 6, Smalling 5,5 (20′ st Paredes 6), Llorente 6,5; Kristensen 5,5 (20′ st Karsdorp 5,5), Aouar 6 (45’+2′ st Pagano sv), Cristante 6, Bove 5,5 (20′ st Renato Sanches 5,5), Spinazzola 5,5 (20′ st Zalewski 5,5); El Shaarawy 6, Belotti 7,5.
A disp.: Svilar, Boer, Celik, Ndicka, Pisilli, Alessio, Solbakken.
All.: Conti-Rapetti 6,5
SALERNITANA (3-4-2-1): Ochoa 6; Fazio 5,5, Gyomber 5,5, Lovato 6; Bradaric 6, Maggiore 6 (34′ st Legowski sv), L. Coulibaly 6, Mazzocchi 6 (21′ st Dia 6), Candreva 7,5, Kastanos 6 (34′ st Sambia sv); Botheim 5 (43′ st M. Coulibaly sv).
A disp.: Costil, Fiorillo, Iervolino, Motoc, Sfait, Elia.
All.: Sousa 6,5
Arbitro: Feliciani
Marcatori: 17′ Belotti (R), 36′ Candreva (S), 4′ st Candreva (S), 37′ st Belotti (R)
Ammoniti: Gyomber (S), Maggiore (S), Kastanos (S), Fazio (S)
Espulsi: –
Note: Mourinho (R), squalificato e sostituito da Conti e Rapetti

About Author