24 Luglio 2024

PALINURO,SIGNORA AGGREDITA DA UN RIFUGIATO E’ CACCIA ALLO STRANIERO,LO SFOGO DEL FIGLIO

Donna aggredita mentre mentre stava tornando a casa al termine del suo lavoro. E’ successo poco prima della mezzanotte a Palinuro dove una  proprietaria di un ristorante nella località balneare cilentana, è stata fatta oggetto di aggressione non appena scesa dall’auto per far rientro a casa. La donna, 60 anni, è stata spinta e trascinata a terra da due extracomunitari che le hanno strappato dal collo una catenina e la borsa con all’interno non più di 50 euro.

Il figlio della donna aggredita si sfoga sui social 

Intanto il figlio della donna aggredita si è sfogato sui social network con una lunga lettera aperta nella quale si legge: “Mi chiedo se non sia il caso di avere una postazione di Carabinieri H24, visto che la nostra zona è ormai ad alto rischio anche a causa dell’arrivo di numerosi immigrati. Ho chiamato le forze dell’ordine ma nessuno ha risposto nella nostra caserma, il 112 è arrivato dopo circa un’ora grazie alla sollecitazione dell’amico maresciallo Francesco Carelli che ringrazio”, questo lo sfogo del figlio della vittima che pone l’accento sulla questione sicurezza anche chiedendosi: “A chi dovremmo rivolgerci in caso di necessità? Possiamo aspettare un’ora prima dell’intervento delle forze dell’ordine? Dobbiamo fare giustizia noi? Oggi è toccato a mia madre ma domani può succedere a chiunque”.

Cirielli interroga il Governo sul caso Palinuro

“La denuncia di aggressione davanti casa ai danni di una donna da parte di due persone di colore fatta dal figlio, cittadino residente a Centola-Palinuro, è molto grave e richiama la nostra attenzione sulla fallimentare gestione del fenomeno migranti”.È quanto dichiara Edmondo Cirielli, deputato di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale.“E’ arrivato il momento di intervenire, di farlo seriamente, perché è a rischio la tranquillità delle nostre comunità – aggiunge -. Presenterò un’interrogazione parlamentare sull’episodio per sapere quali iniziative il governo intenda adottare per fronteggiare un fenomeno che sta compromettendo la libertà e la sicurezza dei nostri cittadini”.

About Author