25 Luglio 2024

TUTTA LA COSTIERA AMALFITANA IN LUTTO,E’ MORTO GAETANO GARGANO GRANDE POLITICO,SINDACO E PRESIDE

Uno scorcio di Amalfi la città amata dal preside Gargano

Lo piangono tutti proprio tutti questo nobile della costiera amalfitana.Gaetano Gargano era un simbolo e non solo.Sigismondo Nastri decano dei giornalisti della costiera amalfitana così lo ricorda: “Una notizia brutta, bruttissima, quella che mi ha dato stasera, per telefono, Emiliano Amato, direttore del Vescovado. La scomparsa di Gaetano Gargano – vecchio amico dai tempi in cui portavamo ancora i calzoni corti – mi addolora profondamente. Con Gaetano – già sindaco di Amalfi e vice presidente della Provincia – se ne va un protagonista della vita politica e amministrativa non solo di Amalfi, della Costiera, ma dell’intero territorio salernitano. E se ne va un professionista di prim’ordine del settore turistico-alberghiero, che ha saputo trasferire tutte le sue conoscenze, le sue competenze, la sua professionalità alla scuola. Con lui si sono formate, e realizzate nel mondo lavorativo, intere generazioni di giovani. Perché Gaetano Gargano è stato prima un docente di valore, poi un grande preside dell’Istituto tecnico per il turismo di Amalfi e, soprattutto, dell’Istituto alberghiero “Virtuoso” di Salerno. Sono vicino con sentimenti di cristiana solidarietà alla moglie Gabriella, al figlio Annino, a tutti i parenti. L’ex sindaco di Amalfi, colpito da un improvviso malore, è spirato ieri  sera presso l’Ospedale Ruggi di Salerno. A nulla è servita la disperata corsa dall’abitazione salernitana di via Francesco Manzo (dove viveva da anni) al nosocomio. Gargano è spirato intorno alle 19, poco dopo il suo arrivo in ambulanza per un arresto cardiocircolatorio.Politico di razza, Gargano ha guidato l’Antica Repubblica Marinara negli anni Ottanta, per poi divenire consigliere provinciale e vicepresidente a Palazzo Sant’Agostino. Preside dell’Istituto Alberghiero “Virtuoso” di Salerno e dell’Istituto Tecnico per il Turismo “Flavio Gioia” di Amalfi, la sua splendida carriera era cominciata da giovanissimo come direttore d’albergo presso una nota struttura di Fiuggi.Poi la chiamata in cattedra: per “chiara fama” e profonda conoscenza delle materie turistiche, fu nominato docente e da lì la scalata, grazie alla sua innata dote direzionale, sia nel settore turistico-alberghiero che politico. Ha contribuito in maniera efficace alla formazione di generazioni di giovani professionisti nel settore turistico-ricettivo.Persona conosciuta e stimata in tutta la Costiera e a Salerno, era coniugato con Gabriella Savo da cui ha avuto due figli, Annino,capo della Squadra Mobile di Bari e Antonella, dottore commercialista con studio a Salerno.

About Author