30 Maggio 2024

US AGROPOLI, I GIOIELLI DI CERRUTI CAPOZZOLI TORNA E CANOTTO SBANCA PALERMO

PATRON ALLO STADIO PER RIABBRACCIARE CAPOZZOLI: ” HO UN DEBITO CON LUI MA CON DONATINO MI DIVERTO”

 

Nessuna descrizione disponibile.

Dopo tempo questa mattina Cerruti il patron dell’Agropoli è tornato allo stadio per salutare Capozzoli: ” Ho un debito con lui perchè lo strappai alla Salernitna ed è rimasto nei dilettanti, con il suo talento sarebbe dovuto rimanere tra i professionisti e invece me lo porto sulla coscienza. Capozzoli invece toglie l’imbarazzo e dice: ” No presidente le cose hanno sempre più padroni, ci ho messo anche del mio”.L’abbraccio tra i due è stato salutare per un ambiente ancora un pò depresso e alla ricerca di una vittoria magari contro la Sarnese per mettere paura alla squadra di Pappacena. Il ritorno di Capozzoli mette le ali all’Agropoli, il più forte giocatore passato da queste parti negli ultimi 20 anni riaccende l’entusiasmo e riconsegna all’Agropoli un ruolo da protagonista. Si Capozzoli,che negli ultimi tempi di permanenza nella capitale del Cilento aveva perso stimoli, motivazioni e appartenenza aveva bisogno di cambiare ora è ritornato e la voglia è sempre la stessa. Cerruti stravede per lui e appena ha potuto lo ha riportato al Guariglia. I tempi li spiega lo stesso calciatore: ” Dovrò affrontare un’ultima visita a Perugia dove mi recherò nei prossimi giorni e poi sarò disponibile per il mister e i compagni forse per il 15 ottobre”. Un altro mese prima di rivedere Capozzoli con la maglia dell’Agropoli più maturo, più esperto e quindi più completo pronto a guidare l’Agropoli in serie d. L’accoglienza dei tifosi è stata entusiasmante.

CANOTTO ANCORA STREPITOSO

Quando Cerruti lo portò ad Agropoli era un under e spesso era la riserva di Capozzoli nell’Agropoli di Pirozzi Magna nel campionato 2013/2014. Luigi Canotto ha passato  un anno indimenticabile si vedeva che era un predestinato pronto ad esplodere ed ha scritto la storia tra la serie C e la Serie b. Aveva preso parte ala serie D della Salernitana poi Melfi, Trapani, Juve Stabia,Chievo, Frosinone, Reggina e ancora Frosinone e ora a Cosenza. Un grande elemento che si è saputo distinguere come uomo e come calciatore. Molti i goal importanti e storici come con il Melfi quello più veoce della storia solo 11 secondi dal via. Nel giorno del suo goal mitico a Palermo Capozzoli torna ad Agropoli e Cerruti fa il blitz allo stadio nel pre partita anche se, inutile nascondersi, è andato solo per vedere da vicino Capozzoli. Canotto e Capozzoli due grandi nella storia dell’Agropoli la coincidenza goal e ritorno e forse un segno del momento mentre l’Agropoli ha bisogno di ritrovare la vittoria per intanto ritrova due sue icone centenarie. Sergio Vessicchio

About Author