Da tempo stiamo scrivendo e parlando di una candidatura strumentale di Dario Vassallo nel movimento 5 stelle (leggi qua), di come Dario Vassallo strumentalizza la morte del fratello per fini politici. Una spaccatura netta ed evidente tra Dario Vassallo e la famiglia di Vassallo, tanto è vero che il 3 settembre hanno fatto una marcia per “Vassallo” organizzata da Dario candidato nei grillini e alla quale ha partecipato l’ex primo ministro Conte la cui presenza è stata contestata da tutti in paese, dalla famiglia Vassallo e dal nipote che in un post sui social ha stigmatizzato la presenza dell’ex premier e in un altra il 5 settembre c’era solo la famiglia per una manifestazione e il premio alla presenza del sindaco di Napoli. Una netta frattura , spaccatura, sfociata nello sfogo di Andrea Vassallo:

Andrea Vassallo nipote di Angelo autore del post polemico

“In memoria di Angelo Vassallo, così titola il video…la visita di Giuseppe Conte ad Acciaroli rispecchia secondo me molto la società in cui viviamo, ovvero una società dove conta più apparire che la sostanza di essere, conta più prendere un microfono e parlare di legalità, di buona politica di essere persone perbene invece di esserlo, scrivo questo perché caro Giuseppe la tua visita ad Acciaroli sarebbe potuta risultare positiva se solo avessi avuto almeno la decenza di incontrare la famiglia della persona su cui ti stai facendo propaganda elettorale e per famiglia intendo una moglie rimasta vedova, un figlio e una figlia a cui è stato portato via il padre, invece hai preferito fare come tanti in questi anni, hai preferito la passerella mostrandoti forse per il politico che sei o meglio per la persona che sei perché ci sono cose che vanno altre la politica, bisogna essere persone prima che politici…ma le parole non sono rivolte solo a te sia ben chiaro, di pseudo politici come te ne abbiamo visti tanti in questi anni, ma sinceramente ora avete stancato un po’ perché il vostro pensiero e il vostro modo di fare politica non si avvicina minimante a quello di Angelo Vassallo, una persona che preferiva i fatti alle passerelle, una persona pronta a fare un qualcosa per la comunità senza volere per forza applausi o riconoscenze, una persona pronta a dare la sua vita per gli altri, una persona per cui la politica era cercare di fare il bene del popolo senza avere fini e scopi personali, come si legge dalle propagande elettorali di certi tuoi candidati…concludo qui il mio breve pensiero a riguardo, ma voglio rispondere ad alcune affermazioni che qualche invitato alla vostra “marcia “ha rivolto alla famiglia, di cui mi sento fieramente farne parte, se una persona non prende parte alle vostre passerelle non vuol dire non volere la verità su tutto ciò, ma magari semplicemente non condivide i vostri modi, perché vi ricordo una cosa, la memoria di Angelo Vassallo la si vive sempre non solo i primi di settembre.”

Di admin

Sergio Vessicchio blogger, youtuber, social media manager attivo per stampa televisiva, carta stampata, siti web, opinionista televisivo, presentatore, conduttore.

//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: