ATTUALITA'

ALBANELLA, NASCE IL MUSEO NAZIONALE DELLE TERRE

Nasce ad Albanella, il piccolo comune che apre le porte al Cilento, il primo museo nazionale delle terre. Nato da una brillante idea ed intuizione del Prof. Gaetano Ricco(FOTO), è destinato a raccogliere tutte le terre dei comuni d’Italia. Sono ben 7983 i comuni, che potranno mantenere la propria tradizione, attraverso la custodia delle proprie terre, della proprie radici. “Il museo, nasce dal rispetto e dell’amore per la nostra comune “madre terra”, -afferma il fondatore, Prof. Gaetano Ricco, – e dalla grande preoccupazione dei difficili tempi che stiamo attraversando, ed in particolare della grande sofferenza della nostra madre terra italiana, che sempre più travagliata dalla nostra arroganza, si mostra sempre più fragile ed esposta. I vasi che custodiranno queste terre, oltre a solennizzare l’alto valore simbolico della terra, avranno tutti la certificazione e la sigillatura dei comuni che depositeranno la loro storia, nel museo di Albanella.

 

Sono dei campioni scientifici, ma sarà un ricordo da consegnare alle generazioni future. Il museo, ha già ricevuto l’importante visita del Ministro dell’ambiente Costa, che ne è rimasto estasiato. Sono già depositate, con le relative certificazioni, le terre del Vaticano, di Auschwitz, nonché quella di Gerusalemme. Ma tanti altri comuni d’Italia, hanno già consegnato al Prof Gaetano Ricco, ed al suo validissimo collaboratore, nonché sostenitore del progetto, Raffaele Tortora, i quali, immersi quotidianamente, nell’impegno notevole della salvaguardia di tale tradizione, offrono garanzia di continuità verso questa brillante iniziativa. Il mvseo delle terre, è già meta di molti visitatori ed è situato nel bel mezzo del paese, in via Cerruti 29, laddove è possibile prenotare le visite e le consegne delle terre, utilizzando i contatti sul sito internet del museo stesso. L’impegno del Prof Ricco e di Tortora, va elogiato, in quanto è una idea unica nel suo genere.

 

La raccolta delle nostre tradizioni, custodito per le memorie future in vasi di creta, certificati. Per rimanere nella storia, basta un piccolo gesto. La custodia di nostra madre terra, amata e comunque martoriata da soprusi ambientali e disastri di cementificazioni. Le informazioni sul seguente sito internet laddove è possibile contattare direttamente i responsabili del museo www.mvseodelleterreditalia.it. Giovanni Coscia

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.