(Giovanni Coscia) – Una ragione pure ci sarà. C’è perché non tutti sono stupidi, in considerazione di teorie e spiegazioni che famosi virologi hanno fornito al popolo del virus, mantenendo un altissimo dubbio su questa pandemia. Inutile citarne alcuni, si conoscono bene i nomi e le tesi. Compreso il plasma ovviamente. Il covid 19 è stato creato in laboratorio e diffuso di proposito per modificare gli equilibri mondiali. E’ questa la spiegazione che viene fuori da un sondaggio della famosa società SWG, alla quale più del 20% degli italiani ha dato alla pandemia globale del coronavirus. Di fianco a questa tesi, abbiamo addirittura l’ipotesi “complottista” che alla stessa società sondaggista, appioppa un 25,5%, in quanto, secondo questa componente alta di percentuale, rappresenta una messa in scena, escogitata per controllare le persone e l’economia. In pratica e per farla in breve, il risultato sancisce chiaramente che un italiano su 4, ha trovato nell’intento doloso, dietro cui si celerebbero interessi economici, la più facile delle spiegazioni della pandemia. Questo evento inaspettato ed improvviso del Covid, ha messo in grave difficoltà la popolazione ed ha cambiato gli usi, i costumi e le abitudini quotidiane, alimentando frustrazioni e rabbia. Questo disorientamento, nel quale siamo costretti a vivere, non va sottovalutato, nel mentre i politici, che sguazzano nella propria melma sin dall’inizio del virus, come se non esistesse, continuano la propria vita agiata ed economica, senza fottersene dei cittadini comuni.

Un rapporto del CENSIS, infatti, mette a fuoco un paese più disuguale e con maggiori disagi come conseguenza della emergenza sanitaria e pandemica. Sono oltre 5 milioni gli italiani che hanno difficoltà a mettere un pasto al tavolo. Mentre 7 milioni e più, sono le famiglie che hanno avuto un peggioramento della vita quotidiana e lavorativa. E sottolineiamo che sono oltre 600mila le persone divenute povere, per questa pandemia. La curva dei contagi che cresce, le attese dei DPCM, unitamente alle fantomatiche risorse stanziate, che non sono mai giunte, dovevano essere sufficienti a colmare ogni deficit economico delle singole famiglie. Ed invece, l’esatto contrario. Addirittura abbiamo avuto gli scontri tra virologi sulla pandemia, anche in considerazione del futuro vaccino, altro non fanno che attribuire ulteriormente spessore alle incertezze. Nessuno sembra avere la risposta a quanto pare. Scomparso televisivamente Burioni, al servizio dello stato, è la chiara e netta dimostrazione di una fantomatica costruzione di un disagio nazionale e mondiale che poteva essere risolto sin dal primo momento. Un disagio regalato e proiettato al popolo tutto, che non meritava di trovarsi al cospetto di una classe politica che loro stessi hanno votato. 5 Stelle? Già, pensano alla fermata del treno, in una stazione ferroviaria, che ha palesato il vero valore di questi pseudo politici: LA VECCHIA BALENA BIANCA SI E’ TRAVESTITA DA 5 STELLE. Bene ha fatto paolo Mieli, editorialista del Corriere della Sera, a rimarcare questa consociativa e sporca faccenda del treno in stazione. C’è tanto altro da fare. E c’è da chiedersi all’unanimità: perché non si attua la terapia del PLASMA COME AVEVA DETTO IL PROF GIULIO TARRO? A chi non giova questa scelta? Certo è, che non ci sarebbe stata una montagna di soldi da gestire. E dopo lo scandalo Philippe Morris, i grillini sguazzano nel proprio lerciume e nella propria manifesta incapacità. Anche se il governo all’unanimità ha approvato il bilancio. Opposizione inclusa. E quindi la destra manda a quel paese il sovranismo monetario? Salvini e Meloni, ma che cazzo avete votato?

Di admin

Sergio Vessicchio blogger, youtuber, social media manager attivo per stampa televisiva, carta stampata, siti web, opinionista televisivo, presentatore, conduttore.

//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js