ATTUALITA'

PORTI DEL CILENTO,L’ASSESSORE REGIONALE LUCA CASCONE LANCIA L’ALLARME

Sottoscrivere con urgenza le convenzioni con la Regione per il piano di rafforzamento dei porti Campani altrimenti c’è il rischio di non poter procedere alla rapida definizione del decreto di ammissione ai finanziamenti con il conseguente blocco delle gare e procedere alle gare. È l’allarme lanciato dal consigliere regionale Luca Cascone, presidente della Quarta Commissione (Urbanistica, Lavori Pubblici, Trasporti). In gioco ci sono i 68 milioni di fondi già assegnati e destinati al restyling di 12 porti della Campania i cui progetti esecutivi sono già pervenuti in Regione. I Comuni salernitani interessati sono Maiori, Pisciotta, Cetara, Castellabate, Pollica, Santa Marina e Agropoli.


Nei giorni scorsi le lettere che trasferiscono le convenzioni da sottoscrivere per tutti i progetti esecutivi sono già pervenuti in regione. «Le convenzioni vanno sottoscritte urgentemente” – spiega Cascone – così come vanno predisposti celermente i documenti richiesti, in modo da ottenere rapidamente la definizione del decreto di ammissione e procedere alle gare. A questi interventi si aggiungeranno quelli di altri 15 porti di cui si attende la presentazione dei progetti esecutivi. La parola ora passa ai Comuni che non dovranno disperdere in nessun modo questa grande opportunità di concretizzare l’impegno e gli sforzi della giunta De Luca per il cambiamento del volto del sistema portuale campano, innanzitutto per la messa in sicurezza e fruibilità dei porti».


Per i porti campani, la giunta regionale ha stanziato già 20 milioni per la messa in sicurezza e potenziamento. Ulteriori 80 milioni finanzieranno poi gli interventi di manutenzione straordinaria e valorizzazione, con priorità per i porti che garantiscono continuità territoriale delle isole. Le misure rientrano nel bando per complessivi 135 milioni. 
Il provvedimento di Palazzo Santa Lucia non ha incluso però i grandi porti come Napoli e Salerno, ma diversi scali minori della provincia salernitana. Nel febbraio dello scorso anno la giunta ha approvato la prima delibera destinata ai 49 porti regionali. L’avviso pubblico, emanato successivamente, prevedeva l’invito a manifestare interesse per l’ammissione al finanziamento di progetti d’intervento, anche per singoli lotti funzionali. 
Tra le tipologie comprese: opere di messa in sicurezza del sistema portuale regionale anche per la salvaguardia dell’ambiente naturale; potenziamento dell’offerta di infrastrutture e di servizi del sistema integrato portuale e regionale; interventi di riqualificazione; interventi per migliorare l’accessibilità e l’autosufficienza energetica; riduzione delle emissioni dai terminali marittimi di combustibili liquidi in ambiente portuale (elettrificazione delle banchine); sviluppo di applicazioni tecnologiche per la portualità regionale; consolidamento dell’integrazione tra porti e aree retro portuali. 


Il bando era rivolto agli enti locali, sia in forma singola che associata. Ciascun partecipante poteva presentare domanda per l’ammissione a finanziamento di un solo progetto, con facoltà di indicare un soggetto attuatore dell’intervento diverso dal proponente.

WWW.CANALECINQUETV.IT

admin
Sergio Vessicchio blogger, youtuber, social media manager attivo per stampa televisiva, carta stampata, siti web, opinionista televisivo, presentatore, conduttore.