La decisione del Comune di Positano sta facendo molto discutere i cittadini ma soprattutto gli addetti ai lavori che, dopo l’approvazione del nuovo regolamento inerente allo scatto di foto e video in Positano del 3 Ottobre 2017, saranno costretti a dover chiedere autorizzazione e pagare una tassa per produrre materiale audiovisivo in città. Questo il regolamento emanato dal Comune di Positano:

Le modalità

Saranno gratuite le riprese terrestri con finalità editoriali (ad esempio programmi televisivi, giornali, riviste, intrattenimento e documentari). Per realizzare un book fotografico a scopo pubblicitario, invece, bisognerà sborsare 1000 euro, 2mila per riprese video e cinematografiche che include il pagamento dei diritti delle riprese ed eventuale occupazione suolo pubblico. Nessun costo per matrimoni e ricorrenze private ma si dovrà comunque presentare una comunicazione al Comune almeno 10 giorni prima dell’evento. Assolutamente vietato l’utilizzo dei droni, anche se professionali e con titoli abilitativi, fatti salvi casi particolari che dovranno comunque essere sottoposti al vaglio dell’Amministrazione comunale.

Le sanzioni

Del controllo al rispetto del regolamento è preposta la Polizia Municipale: per le violazioni previste sanzioni amministrative da 75 a 500 euro.

Di admin

Sergio Vessicchio blogger, youtuber, social media manager attivo per stampa televisiva, carta stampata, siti web, opinionista televisivo, presentatore, conduttore.

//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js