24 Aprile 2024

ROSCIGNO VECCHIA , MUORE L’ULTIMO CITTADINO RIMASTO GIUSEPPE SPAGNUOLO UN MONUMENTO DI VALORI

il simpaticissimo Giuseppe Spagnuolo - Immagine di Roscigno Vecchia - Tripadvisor

Un uomo libero e speciale, l’ultimo abitante di un paese ormai in disuso abbandonato perché tutti i residenti sono andati via verso Roscigno moderna per il pericolo delle frane e infatti Roscigno ormai era definita vecchia proprio perché il paesino all’estremo nord del Cilento è stato abbandonato da tutti ma non da lui. Giuseppe Spagnuolo aveva 76 anni è deceduto all’ospedale san Leonardo di Salerno, non aveva voluto lasciare il suo paese di origine dove era ritornato dal 1997 , è stato l’ultimo ad andare via ma morendo e non trasferendosi quando c’era una sola abitante Zia Dorina una ex suora morta pochi anni fa e anche lei accoglieva i turisti e i curiosi. Una suggestione che da tempo aveva attirato l’attenzione su di lui e ancor prima su zia Dorina perché era rimasto l’unico abitante del paese e per questo era amatissimo da tutta la comunità. Chi pensava che la sua vita fosse da ritirato sbagliava  perché lui voleva vivere il suo paese anche deserto, ne amava ogni angolo, ne adorava ogni posto. Una valore immenso comune solo a chi ha dei sentimenti.

Addio a Giuseppe Spagnuolo, "Libero" di Roscigno Vecchia: un commiato alla storia vivente del borgo abbandonato - Italia2Tv

 

Le proprie origini non si tradiscono e lui non era voluto andare via come gli altri, come tutti. Giuseppe Spagnuolo era disponibile e sempre pronto ad accogliere i turisti che vanno a visitare il paese abbandonato, la foto con i bambini era di rito. Chi pensa che quella di Giuseppe è stata una scelta di solitudine non ha capito, è stata una scelta di vita dettata dall’amore verso il paese, chi parla di ritirata ha chiaramente sbagliato valutazione perché è stato come andare in trincea a difendere un valore estremo quello delle proprie origini. Giuseppe Spagnuolo non aveva accettato la morte del suo paese ed era rimasto a combattere non era ne solitudine ne resa, la figlia chiede una targa per ricordarlo ci vorrebbe un monumento per l’esempio dato e il messaggio lanciato. Sergio Vessicchio

About Author